Guardiola accoglie Haaland: “Sono felice sia uno dei nostri”

MANCHESTER (Inghilterra)Pep Guardiola è pronto ad accogliere il nuovo colpo di mercato del Manchester City, Erling Haaland: “È un giocatore giovane e di talento. Sono molto felice che abbia deciso di venire e unirsi a noi“. L’allenatore spagnolo punta tutto sul bomber norvegese per continuare il dominio dei Blue Moon tra i confini nazionali e dare un nuovo assalto al grande obiettivo dei Citizens, la Champions League. Per coronare il sogno continentale Guardiola assicura che lui stesso, il suo staff e la squadra aiuteranno Haaland “ad ambientarsi il prima possibile, in termini di vita a Manchester, casa e tutto il resto, ma sono sicuro che si adatterà rapidamente anche al modo in cui vogliamo giocare“.

Haaland nella top 10 degli acquisti più cari del City: ecco la classifica

Guarda la gallery

Haaland nella top 10 degli acquisti più cari del City: ecco la classifica

Haaland e gli automatismi del City

Non ho mai pensato che tutta la fase difensiva dipendesse dai difensori centrali, né che i gol da segnare dipendessero da un attacante“, prosegue Guardiola in merito all’equilibrio tattico di un City sempre più votato all’attacco. “Haaland ha segnato molti gol nella sua carriera e lo aiuteremo durante le partite ad avere più possibilità di segnare. Ma non gli daremo, per un solo secondo, la responsabilità di segnare i nostri gol“. Per l’allenatore ex Barcellona i successi del Manchester City fanno rima con squadra: “Noi dobbiamo vincere le partite e per vincere abbiamo bisogno che tutti facciano le cose nel modo migliore“.

Il nuovo Manchester City di Guardiola con Haaland

Guarda la gallery

Il nuovo Manchester City di Guardiola con Haaland

Guardiola e il poker di De Bruyne: "Sono deluso perché non ha fatto il quinto"

Guarda il video

Guardiola e il poker di De Bruyne: “Sono deluso perché non ha fatto il quinto”

Precedente "Il Galatasaray vuole Bernardeschi e Vecino: contatti in corso" Successivo Calciomercato Inter: De Vrij, Skriniar e gli altri, il futuro dipende dai rinnovi

Lascia un commento