Gosens inizia a far preoccupare l'Inter

MILANO – Il pesante infortunio muscolare, con ricaduta, che gli ha fatto perdere più di metà stagione della scorsa stagione. Il resto dell’annata, una volta trasferito all’Inter, trascorsa inevitabilmente (sarebbe accaduto a chiunque) all’ombra di un Perisic scintillante. E ora la difficoltà nel riaccendere un motore, che, causa fisico possente, stenta a carburare in queste prime settimane di lavoro. Se poi ci si aggiunge un affaticamento che, seppure già in via di smaltimento (il rientro in gruppo dovrebbe avvenire all’inizio della prossima settimana), l’ha ulteriormente frenato, c’è n’è abbastanza per accendere qualche piccolo allarme. Ovvio, si sta parlando di Gosens, apparso tra i nerazzurri più in ritardo nelle due amichevoli con Lugano e Monaco.

Gosens monitorato

Potrebbe rientrare comunque nella normalità, ma il tedesco sarà in ogni caso un osservato speciale nei prossimi giorni. L’Inter, insomma, vuole capire quale possa essere concretamente il suo apporto. Certo l’eredità dell’ultimo Perisic è difficile da raccogliere, ma, all’Atalanta, Gosens si è imposto come uno dei migliori esterni mancini della serie A, conquistando pure la nazionale tedesca. Logico che Inzaghi si aspetti di ritrovare quel Gosens. Altrimenti, se emergesse qualche dubbio, non è da escludere un intervento sul mercato per aggiungere un laterale sinistro. E chissà che individuare un profilo di quel genere non sia più semplice della ricerca di un centrale low-cost, come si può leggere a parte. E allora, in quel caso, non sarebbe da escludere che il “rinforzo” per il pacchetto arretrato diventasse Darmian, che il braccetto l’ha già fatto in più occasioni. Mentre Skriniar, se effettivamente resterà, continuerà ad essere anche il vice-De Vrij, come accaduto anche nell’ultima stagione.

Allenamento congiunto col Novara

Sempre a proposito di esterni mancini, ieri Dalbert è stato sottoposto all’intervento per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro. A breve, il brasiliano avvierà il suo percorso di recupero. Ovviamente, il suo ritorno in campo è rinviato al 2023. Da capire se ci siano margini per un suo trasferimento a gennaio, anche se i tempi sembrano piuttosto stretti. Infine, per oggi pomeriggio (ore 18.30), alla Pinetina è in programma un allenamento congiunto con il Novara. Ci sarà la classica partitella e, al di là di Gosens, anche qualche altro nerazzurro, tra i più appesantiti, potrebbe essere risparmiato, in vista dell’amichevole di sabato contro il Lens.

Precedente Vicenza, ufficiale: dalla Lucchese c'è Bellich Successivo Inter, Zanetti apre alla partenza di Sanchez: "Il mercato è lungo ed aperto

Lascia un commento