Gasperini: “Ora la sfida alla Juve ci può dare misure sulla nostra crescita”

Il tecnico dell’Atalanta si gode la goleada alla Salernitana: “Queste partite danno morale per il prosieguo del campionato. Rispetto alla squadra del passato siamo tecnici ma più veloci”

Dieci gol e tante emozioni a Bergamo. L’Atalanta sfata il tabù Gewiss Stadium (dove la vittoria mancava da ottobre) e si consolida nella corsa verso l’Europa (la zona Champions è lontana solo 3 punti). Dopo l’8-2 alla Salernitana ovvia la soddisfazione del tecnico Gasperini: “Quando fai questo tipo di risultati è normale guardare indietro, all’Atalanta del passato, ma è difficile fare paragoni: quella era una squadra più tecnica, adesso siamo più veloci. Stasera abbiamo sviluppato bene il gioco, insistito e creato gol di qualità. Questo ci dà morale per il prosieguo del campionato”. La Dea, sesta a quota 34 punti, sfiderà nel prossimo turno la Juventus (che la precede di sole 3 lunghezze): “Per noi è una buonissima classifica: andiamo a giocare sul campo di una grandissima squadra con valori assoluti – ha detto Gasperini -. Sarà una partita molto difficile ma ci può dare misure sulla nostra crescita”.

Prestazione

—  

Gasperini continua: “Quando fai un risultato così accetti anche i gol subiti, sul primo (quello di Dia, per il momentaneo 1-1 della Salernitana) non eravamo tanto allegri perché non abbiamo letto bene una giocata abbastanza semplice. Ma dopo la squadra ha fatto una grande prestazione”. Parlando dei singoli Gasperini si è soffermato su Lookman (doppietta): “Quelli forti non ci mettono tanto tempo ad ambientarsi. È uno che conosce il calcio ed è stato bravo ad adattarsi al nostro modo di giocare all’attacco. In questo girone di andata è quello che ha contribuito di più”. Parole importanti, da parte di Gasperini, su Scalvini: “Lui e altri che ho visto sbocciare sono la fortuna più grande – ha spiegato -. Un diamante puro, che sta crescendo in modo straordinario. È giovane ma ha tutto, comprese le stimmate del leader competitivo. Credo che diventerà un giocatore importante anche per la Nazionale”. Nel 2023 è partito forte pure Boga (gol oggi e due assist a Bologna): “Sappiamo benissimo le sue qualità – il commento di Gasperini -. Se riesce a essere concreto può essere un valore aggiunto: con le sue caratteristiche spacca le partite e diventa quello che tutti ci aspettavamo”. Infine una battuta su Koopmeiners (ammonito, salterà la Juventus): “Volevo che calciasse lui il rigore perché è un rigorista importante come Muriel e poi l’ho fatto per far far gol su azione a Lookman che ultimamente segnava solo su rigore”.

Lookman

—  

Una doppietta per continuare a volare. Siamo solo a gennaio ma Ademola Lookman è già ad un passo dalla doppia cifra. L’anglo nigeriano, arrivato a Bergamo in estate, ha segnato 9 reti in Serie A: “Siamo stati molto aggressivi nel primo tempo ed è stata una grande partita: sono tre punti importanti e ora pensiamo già alla prossima”, ha spiegato, a Dazn, l’ex Leicester. “È molto importante vincere davanti ai nostri tifosi che ci spingono tanto – ha aggiunto Lookman -. Dobbiamo pensare gara per gara, lavorare duro e dare il meglio. Il campionato è ancora lungo, vedremo dove arriveremo”. Scalvini, autore del momentaneo 3-1 di testa. Il classe 2003, al secondo gol del suo campionato, ha spiegato che “oggi era importante vincere e fare la prestazione. Siamo scesi in campo col giusto atteggiamento ed è arrivata anche la vittoria. Il mio gol? Ho fatto il contro movimento, poi è stato bravo Koopmeiners a mettermela”. Sul suo ruolo Scalvini ha detto che “la posizione ideale è quella di centrocampista, ma gioco dove vuole il mister e mi trovo bene anche a centrocampo. A Gasperini devo tutto: mi ha insegnato tantissime cose e ce ne sono molte altre su quali posso migliorare”.

Precedente Roma-Fiorentina 1-0 diretta: Abraham vicino al raddoppio Successivo Atalanta esagerata, 8-2 alla Salernitana! La Dea resta in scia Champions

Lascia un commento