Fonseca contro il suo passato: Roma prima italiana per il Braga dal cucchiaio di Maicosuel

Il tecnico giallorosso ha allenato i portoghesi nel 2015-16. Lo Sporting torna ad affrontare un club della Serie A dopo i preliminari di Champions League nel 2012 contro l’Udinese

La terza forza della Primeira Liga contro la terza della Serie A: Roma in casa dello Sporting Braga per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Un match che è un inedito nella storia delle competizioni europee: primo incrocio assoluto per queste due squadre in gare ufficiali. E partita speciale per Paulo Fonseca, che ha allenato i portoghesi nella stagione 2015-16 portandoli fino ai quarti di finale di Europa League: 30 vittorie in 57 partite da tecnico del Braga. L’attuale allenatore giallorosso ha affrontato la sua ex squadra nell’anno successivo, in Europa League sulla panchina dello Shakhtar Donetsk: doppia vittoria per gli ucraini nella fase a gironi.

I PRECEDENTI

—  

Lo Sporting Braga sarà la settimana squadra portoghese che la Roma affronta nelle competizioni europee: contro tutte le altre sei è arrivata almeno una vittoria. Ma l’ultima trasferta in Portogallo è coincisa con una sconfitta: 3-1 in casa del Porto ai supplementari con rigore decisivo di Telles nel match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League 2018-19. Il Braga ha pareggiato le ultime due partite contro una squadra italiana in competizioni ufficiali: preliminari di Champions League 2012-13, con l’eliminazione dei bianconeri ai rigori con il cucchiaio fallito da Maicosuel. I portoghesi sono imbattuti contro club della Serie A nelle coppe europee: vittorie contro Chievo e Parma in Coppa Uefa e pareggio appunto contro l’Udinese.

I NUMERI

—  

Da una parte c’è la Roma che ha passato i sedicesimi di finale nelle ultime tre volte in cui è arrivata a questo punto della competizione, dall’altra il Braga ha perso cinque delle ultime sei partite nella fase a eliminazione diretta dell’Europa League: l’ultima vittoria contro il Marsiglia nella stagione 2017-18. I giallorossi sono la seconda squadra della competizione per gol segnati di testa (quattro, prima è lo Slavia Praga a cinque) e per marcatori diversi a segno (dieci, prima è l’Arsenal a quota undici). Attenzione a Wenderson Galeno, che ha partecipato attivamente a undici gol dei suoi nelle ultime dieci da titolare in Europa League e quest’anno ha già fornito quattro assist: nessuno come lui nella competizione.

Precedente Bestemmia durante Inter-Lazio, Lazzari squalificato per una giornata Successivo Probabili formazioni Lipsia Liverpool/ Quote: Salah protagonista annunciato

Lascia un commento