Fiorentina, Italiano: “I primi 20′ non eravamo noi”

UDINE “Abbiamo iniziato male, non come le ultime gare dove eravamo più liberi. Ma sapevamo che la partita sarebbe stata questa, loro sono bravi a ripartire. Potevamo far meglio. Abbiamo preso il pallino del gioco cercando i giusti varchi, abbiamo creato qualche situazione ma credo che sia una sconfitta frutto dei primo 20′ nei quali non eravamo noi”. Così ai microfoni di Dazn il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano analizza la sconfitta con l’Udinese: “Se oggi abbiamo cambiato molti giocatori è perché era necessario, siamo stati obbligati. Abbiamo giocato a testa alta, non siamo riusciti a far male. Dopo i primi venti minuti, pur non avendo lucidità, abbiamo giocato, c’era tempo per recuperare ma non ci siamo riusciti. E’ la prima sconfitta, eravamo ancora imbattuti. Perdere ci dispiace, vediamo cosa succede, ma anche oggi chi ha giocato ha fatto una grande prestazione, non esistono titolari in questa squadra. Barak? Lo abbiamo inserito velocemente perché è intelligente, ha qualità e sa stare in campo come pochi. Credo che abbia fatto un passo avanti oggi e che possa ancora darci tanto. Poco tempo dopo la Juve? Da quando abbiamo iniziato ci sono stati sempre pochi giorni. Bisogna essere bravi con mezzo allenamento. Ci attende un’altra gara difficile, siamo entrati nel meccanismo di giocare ogni tre giorni. Non facciamo drammi o allarmismi, anche oggi c’è stata la prestazione“, ha concluso Italiano

Beto piega la Fiorentina: vince l'Udinese, frena Italiano

Guarda la gallery

Beto piega la Fiorentina: vince l’Udinese, frena Italiano

Precedente Verona, Cioffi: "La mia posizione? Alle spalle ho una società saggia" Successivo Le pagelle dello Spezia - Ok Kiwior e Nikolaou. Dragowski incolpevole sul golazo di Vlahovic

Lascia un commento