Figuraccia Cristiano Ronaldo: il Manchester United umiliato dal Brighton!

Risultato clamoroso nella 36ª giornata di Premier League, con il Manchester United che a sorpresa perde in casa del Brighton per 4-0. Ritmi molto lenti nella prima fase, con il Brighton a sorpresa molto più aggressivo rispetto ai Red Devils, con Cristiano Ronaldo titolare. Al 15’ sono proprio i padroni di casa a sbloccare la partita con il tiro da fuori di Caicedo su cui De Gea non può nulla. Il Brighton continua a rendersi pericoloso mentre la reazione dello United non arriva e il primo tempo si chiude così con il vantaggio per 1-0 dei padroni di casa. La situazione non cambia nella ripresa, con i Red Devils in evidente difficoltà. Al 49’ esplodono ancora di gioia i tifosi di casa, con Cucurella che trova la rete del raddoppio su assist di Gross. Il Brighton però non ha intenzione di fermarsi e al 57’ Trossard serve Gross che supera Varane e boi batte De Gea per il 3-0. Dopo neanche tre minuti arriva il poker con Welbeck che batte De Gea con un pallonetto, Dalot arriva sul pallone e prova a spazzare ma la palla finisce sul petto di Trossard e torna in rete. La squadra di Rangnick accenna una timida reazione nel finale ma è tutto inultile. Con questa sconfitta il Manchester United saluta definitivamente le speranze per una qualificazione in Champions League, rimanendo al sesto posto con 58 punti.

Brighton-Manchester United 4-0, tabellino e statistiche

Premier League, la classifica

Conte ferma il Liverpool: finisce 1-1

Ad Anfield il Liverpool non va oltre l’1-1 contro il Tottenaham di Antonio Conte. La squadra di Klopp sale così a 83 punti in testa insieme al Manchester City che ha però una partita in meno e quindi una grande occasione per vincere il campionato. Gli Spurs invece conquistano un punto importante per continuare a sperare nella qualificazione alla prossima Champions League. Parte subito aggressivo il Liverpool con Mané che prova la rovesciata sul cross di Robertson al 2’ mancando di poco il pallone. La reazione del Tottenham arriva al 7’ con Bentancur che si avventa su un pallone vagante e lascia partire un tiro potente bloccato però da Alisson. Poco dopo ci prova Salah in accelerazione ma Dier devia la sua conclusione in corner. Spingono tantissimo i Reds che creano tante occasioni pericolose, sfiorando il gol al 39’ con la traversa colpita da Van Dijk. Nel finale del primo tempo (43’) è però il Tottenham a sfiorare il vantaggio con Hojnjerg che colpisce il palo. Il copione della partita non cambia nella ripresa, con il Liverpool aggressivo e lanciato in avanti mentre la squadra di Conte si difende bene e prova a far male con le ripartenze. Nonostante l’offensiva dei Reds però la partita si sblocca al 56’ proprio per gli ospiti: lancio di Sessegnon per Son che si ritrova da solo davanti ad Alisson e non sbaglia. Il Liverpool si lancia nuovamente in avanti e sfiora il pareggio al 73’ con Salah in area che viene murato da Davies. Neanche un minuto dopo però Luis Diaz prova il tiro dal limite, il pallone viene deviato da Bentancur e finisce alle spalle di Lloris. Il Liverpool continua a spingere ma il risultato resta sull’1-1.

Liverpool-Tottenham 1-1, tabellino e statistiche

Lukaku non basta: il Chelsea pareggia con il Wolverhampton

La 36ª giornata di Premier League vede il Chelsea di Tuchel frenare 2-2 col Wolverhampton dopo il pareggio con il Manchester United e la sconfitta di Goodison Park contro l’Everton di Lampard. A Stamford Bridge i ‘Blues’ si portano avanti grazie alla doppietta di Lukaku, che al 56′ trasforma su calcio di rigore e 2 minuti più tardi raddoppia su assist di Pulisic. Il belga non segnava dallo scorso 29 dicembre, dall’1-1 contro il Brighton. Al 79′ però Trincao accorcia le distanze per gli ospiti, mentre al 97′ Coady gela Stamford Bridge siglando il 2-2 finale. Con questo pareggio il Chelsea è al 3° posto in campionato con 67 punti, in attesa della risposta dell’Arsenal di Arteta, impegnato domani all’Emirates Stadium contro il Leeds. Il Wolverhampton invece è 8° a quota 50, a -2 dal West Ham – al momento in lotta per la qualificazione alla prossima Conference League – e a +6 dal Crystal Palace di Vieira.

Chelsea-Wolverhampton 2-2, tabellino e statistiche

Vince il Brentford, un assist per Eriksen

Il Brentford di Eriksen stende il Southampton in casa 3-0. La formazione di Frank archivia la pratica già nel primo tempo con le reti in rapida successione dell’ex Torino Jansson al 13′ e di Wissa al 14′, proprio su assist del danese ex Inter. Al 79′ c’è spazio anche per il 3-0 di Ajer. Grazie a questa vittoria i biancorossi salgono a 43 punti, mantenendo il 12° posto in classifica, mentre i ‘Saints’ rimangono a quora 40, al 15°.

Brentford-Southampton 3-0, tabellino e statistiche

L’Aston Villa batte il Burnley in trasferta

Bella vittoria anche per l’Aston Villa, che si impone con facilità per 3-1 sul campo del Burnley grazie alle reti di Ings al 7′ e dell’argentino Buendia (anche autore dell’assist dell’1-0) al 31′. Ad inizio ripresa, al 52′, Watkins sigla il 3-0 che chiude definitivamente i giochi, mentre al 91′ Cornet realizza il gol della bandiera per i padroni di casa. La formazione di Gerrard è all’11° posto in classifica con 43 punti, a pari merito con il Brentford ma con la differenza reti a favore, mentre il Burnley è 16° a quota 34: l’Everton e il Leeds, impegnati domani in gare non semplici, rispettivamente contro il Leicester e l’Arsenal, puntano al sorpasso in classifica al fotofinish.

Burnley-Aston Villa 1-3, tabellino e statistiche

Zaha trascina il Crystal Palace

A Selhurst Park il Crystal Palace di Vieira batte il Watford 1-0 con la rete di Zaha su calcio di rigore al 31′. Nella ripresa si complica ulteriormente la situazione della formazione ospite, che resta in 10 per l’espulsione rimediata da Kamara al 69′. I rossoblù salgono al 9° posto con 44 punti, mentre il Watford – già condannato alla retrocessione in Championship – è fermo al 19° posto a quota 22.

Crystal Palace-Watford 1-0, tabellino e statistiche

Precedente Bari, sfuma la Supercoppa di Serie C: col Modena è 3-3 Successivo Monza, la rincorsa infinita di Galliani

Lascia un commento