Empoli-Seravezza 3-0: a segno Luperto e Marin, Zanetti sorride

Tutte le reti arrivano nel secondo tempo dopo 45′ di tanta fatica ma il tecnico è soddisfatto.

Seconda uscita per l’Empoli che vince in amichevole contro il Seravezza Pozzi per 3-0. La sfida ha riservato qualche grattacapo in più del previsto alla squadra di Zanetti che è riuscita a sbloccare la partita solo nel secondo tempo. Decisive, questa volta, le seconde linee.

Tutte le reti arrivano nel secondo tempo dopo 45′ di tanta fatica. A differenza della prima amichevole, questa volta la formazione tipo scende in campo dall’inizio ma paga i carichi di lavoro e una temperatura vicina a 40 gradi. Non esattamente il clima ideale per giocare a calcio. Nella ripresa, maggiore freschezza, sotto tutti i punti di vista. Al 60′, il gol di Luperto che sfrutta l’assist di Degli Innocenti. Una volta aperta la breccia, la partita si è aperta e gli azzurri hanno trovato gol e automatismi. Raddoppio al 68′ con Baldanzi, abile a tesaurizzare un cross di Parisi. La terza e ultima rete è arrivata a ridosso del fischio finale. La mette a segno Marin.

Indicazioni comunque importanti per Zanetti che ha testato il 4-3-3 con Destro, Satriano e e Bajrami nel primo tempo e non ha cambiato modulo ma interpreti nella ripresa. C’era grande curiosità intorno al tridente, considerando che Zanetti ha già fissato alcuni punti: le due punte giocheranno spesso insieme ma devono ancora trovare intesa e condizione ottimale. Per Bajrami invece, sembra profilarsi il ruolo di trequartista con licenza di svariare sugli esterni seguendo istinto e talento. Il tecnico, come riportato da Empoli Channel, si è esposto. “Ho ruotato gli uomini perché avrò bisogno di tutti. Questo è un  gruppo è molto livellato. Ho visto una squadra carica, concentrata, che ha cercato sempre la via del gol. Bajrami è libero di muoversi e scegliersi la posizione sull’esterno, in modo da garantirci ampiezza di manovra e la possibilità di riempire l’area di rigore. Sono contento perché ho percepito che la squadra c’è con la testa e sta assimilando i miei concetti. Fra qualche giorno arriveranno test più importanti”.

Precedente Brunori: "Tante richieste, ma la Juve sapeva che volevo il Palermo" Successivo UEFA Europa Conference League, andata 2° turno di qualificazione: tre le partite giocate

Lascia un commento