Doping, Palomino dell’Atalanta positivo al nandrolone dopo un controllo a sorpresa

Un positivo ai controlli anti-doping nell’Atalanta. L’argentino Josè Luis Palomino ha infatti fallito un controllo a sorpresa di Nado Italia: la sostanza proibita è il nandrolone. Lo apprende l’ANSA in ambienti calcistici. Il Tribunale nazionale antidoping ha sospeso Palomino su istanza della Procura di Nado Italia.

Atalanta, controllo antidoping a sorpresa: Palomino positivo

Il Tribunale Nazionale Antidoping, “in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Josè Luis Palomino (Figc) per violazione degli artt. 2.1 e 2.2. Il controllo è stato disposto da Nado Italia”, si legge nella nota.

Cos’è il nandrolone

È uno steroide anabolizzante presente naturalmente nel corpo umano in piccole quantità; possiede proprietà androgene ed anaboliche. Il nandrolone è venduto come estere decanoato (nandrolone decanoato) con il nome commerciale di Deca Durabolin; le indicazioni terapeutiche registrate sono: terapia di supporto dell’osteoporosi post-menopausale e osteoporosi senile. È talvolta utilizzato anche in altre patologie come adiuvante: nella terapia di ipotrofia muscolare, nel recupero da fratture con ritardo nella formazione del callo osseo in pazienti con ostepatie, nella cachessia neoplastica e nelle anemie croniche. 

Precedente Il vero top player è Pioli: aspettando i rinforzi valorizza tutto il Milan Successivo Cremonese, Quagliata è ufficialmente grigiorosso

Lascia un commento