Disordini in Albania-Polonia: gara sospesa per lancio di oggetti

TIRANA (Albania) – Disordini e sospensione di circa 25 minuti nel secondo tempo della gara tra l’Albania di Edy Reja e la Polonia di Paulo Sousa, nel gruppo I di qualificazione ai Mondiali 2022. L’arbitro francese Clement Turpin ha fermato il match dopo il gol polacco di Swiderski al 77′ perché dagli spalti dello stadio di Tirana è iniziato un fitto lancio di bottiglie di plastica, che hanno colpito alcuni giocatori della Polonia. In seguito alla sospensione, i calciatori hanno sono rientrati negli spogliatoi. La partita è poi ripresa dopo circa 25 minuti ed è stata vinta 1-0 dalla Polonia. Tanti i volti noti del nostro calcio sul terreno di gioco, come Berisha, Hysaj, Kumbulla, Ismajli e Bajrami nell’Albania, Szczesny, Glik e Zielinski nella Polonia, che aveva in campo anche il cannoniere Lewandowski.

Precedente Lazio-Inter, allarme per Inzaghi: Correa si ferma con l'Argentina Successivo Un pari con la Svizzera potrebbe non bastare: per non rischiare l'Italia deve vincere

Lascia un commento