Derby, le ultime: un dubbio per Inzaghi. Milan, la mossa Diaz prende quota

Pioli a sorpresa potrebbe schierare lo spagnolo, sacrificando non Krunic ma Saelemaekers. Inter, Calhanoglu favorito rispetto a Vidal

Il tempo delle parole è quasi finito. Alle 17.45 apriranno i cancelli del Meazza e tre ore più tardi Doveri fischierà l’inizio del derby della Madonnina numero 229 (o 300 se contiamo gli incontri non ufficiali), con 113 vittorie del Milan, 108 dell’Inter, 459 reti segnate dai rossoneri e 439 dai neroazzurri. La cosa che più interessa ai tifosi è sapere chi scenderà in campo. Facile, quasi.

krunic, diaz, o…

—  

Per il Milan a sorpresa il ballottaggio non sarebbe più tra Rade Krunic e Brahim Diaz ma tra lo spagnolo e Saelemaekers. L’idea sta prendendo quota nelle ultime ore: Pioli potrebbe lasciare fuori il belga, appannato nelle ultime uscite, piazzando il bosniaco a destra nei tre alle spalle di Ibra, lasciando Diaz nel suo abituale ruolo di mezzapunta centrale, con Leao a sinistra. Krunic presidierebbe la fascia dove scorazza Perisic, garantendo maggior copertura rispetto a Saelemaekers. Brahim, titolare sino allo stop per Covid, è rientrato in Champions col Porto ma non ancora al top della forma. Dubbi di formazione che peraltro sono tali solo per chi non fa parte della squadra: Pioli alla vigilia ha infatti detto d’aver già deciso e di avere anche comunicato agli interessati chi scenderà in campo dal 1’. Per il resto è ormai certo che sarà Ballo Tourè il sostituto sulla fascia sinistra dello squalificato Theo Hernandez, preferito a Kalulu, più a suo agio a destra come vice Calabria. Kessie e Tonali la coppia di centrocampisti, con Bennacer in panca. Dove si rivedono Florenzi e – soprattutto – Rebic.

Calha o Vidal?

—  

Anche per gli ospiti (è il Milan infatti la squadra di casa in questo derby d’andata) c’è un solo ballottaggio nel centrocampo a cinque di Simone Inzaghi: Hakan Calhanoglu o Arturo Vidal. Il turco, ex della partita che alla vigilia ha agitato gli animi di qualche scalmanato pubblicando un fotomontaggio sui social che lo ritraeva davanti a San Siro in doppia versione, con maglia rossonera e nerazzurra, pare favorito per affiancare Perisic, Brozovic, Barella e Darmian alle spalle della coppia d’attacco Dzeko-Lautaro. Dietro i soliti tre, Bastoni, De Vrij e Skriniar. Nessun assente per problemi fisici tra gli interisti, con Simone Inzaghi che alla vigilia si è detto fiducioso: “Ho visto gli occhi giusti” ha detto l’ex allenatore della Lazio. Dalle 20.45 sarà il campo a dirci se aveva ragione.

Precedente Allegri e la pausa nazionali: la Continassa si svuota, rimarranno solo in otto Successivo Lazio, la carica di Luiz Felipe: "Con la Salernitana è una gara speciale"

Lascia un commento