De Vrij, il muro Inter per lo scudetto: “Lukaku è una forza, resteremo lassù”

Il centrale nerazzurro: “Il paragone con Samuel? Sì, e grazie a Conte sono più cattivo. Non pensiamo all’Europa perduta, sfruttiamo il vantaggio in campionato”

Per essere un muro, pensa abbastanza: “Forse ragiono troppo…”, ammette Stefan de Vrij, cattedratico della difesa di Antonio Conte. Guida il reparto chiave di questa rinascita senza mai scomporsi troppo: non a caso da quando l’Inter si è blindata dietro, la classifica ha iniziato a sorridere. Tanto riflessivo fuori e dentro al campo, sembra anni luce distante dal più ruvido Walter Samuel, il Muro originale dei sogni nerazzurri.

Precedente Irrompe Balotelli, un'altra alba al tramonto Successivo Osimhen, ci sei? Nuovi esami alla spalla infortunata: Napoli aspetta risposte e gol

Lascia un commento