De Rossi: “In Italia ci sono squadre inguardabili”

TORINODaniele De Rossi non ha usato mezzi termini nell’ultima intervista rilasciata all’emittente sudamericana Espn Argentina in merito alla situazione del calcio italiano. Tra i temi toccati quello doloso delle strutture e del livello del gioco: “In Italia abbiamo stadi che cadono a pezzi e squadre che non si possono vedere per quanto giocano male” ha detto l’ex Roma.

De Rossi: “Calcio argentino? Dignitoso”

Prima di appendere gli scarpini al chiodo De Rossi ha vestito la prestigiosa casacca del Boca Juniors, queste le sue considerazioni sul calcio argentino: “Pensavo fosse molto più indietro, sia tatticamente che tecnicamente, ma anche i campi, gli stadi. E invece ho trovato un calcio dignitoso“.

De Rossi: “Voglio allenare, Luis Enrique il modello”

Inevitabile un passaggio sul suo futuro da allenatore: “Ora sto studiando per esserlo e la mia prima esperienza sarà qui in Europa. Ma se dovessi attraversare l’oceano sarebbe solo per il Boca. Mi piacerebbe un giorno essere allenatore lì. Se non fosse stato per la pandemia, avrei già il mio patentino“. Sul modello dell’allenatore che vorrebbe seguire: “Tutti mi hanno lasciato cose importanti. Quello che però mi ha fatto innamorare in campo è stato Luis Enrique. Lui mi ha insegnato a gestire il gruppo, rispettare l’allenatore e i compagni. Poi ho passato anni bellissimi con Spalletti o Conte che sono fenomeni in panchina“.

De Rossi: “Morte di Maradona, non ci credevo”

Sulla scomparsa di Diego Armando Maradona: “Penso che l’abbiamo presa tutti allo stesso modo. Chi lo conosceva, i suoi amici, chi condivideva le cose con lui, è rimasto molto più ferito di noi. Quando mi hanno chiamato dicendomi fosse morto ho pensato non fosse vero“.

Da Del Piero a Vieri, quest'anno a Coverciano una classe pazzesca!

Guarda la gallery

Da Del Piero a Vieri, quest’anno a Coverciano una classe pazzesca!

Precedente Le partite di oggi: il programma di mercoledì 6 gennaio Successivo Il tacco di Bettega, il cappello del Paròn: quel Milan-Juve di 50 anni fa...

Lascia un commento