Consigli fantacalcio, chi schierare: formazioni e indisponibili 13ª giornata

ATALANTA-SPEZIA (sabato 20 novembre, ore 15)

Toloi può tornare titolare nel terzetto difensivo di Gasperini, ma resta in ballottaggio. Ancora indisponibili Lovato, Gosens e Hateboer. Koopmeiners insidia sia Freuler che De Roon per un posto a centrocampo, sulle fasce invece agiranno ancora Zappacosta e Mahele. Il rebus è in attacco: il tridente composto da Malinovskyi, Pasalic e Zapata può essere sostituito o combinato con Ilicic, Pessina e Muriel.

Solito 4-3-3 per Thiago Motta: gli unici dubbi riguardano il ruolo di centrale di difesa accanto ad Erlic: uno tra il recuperabile Hristov e Kiwior. Sulle fasce confermati Amian e Bastoni, così come Sala, Kovalenko e Maggiore a centrocampo. In avanti invece i favoriti sono Verde, Nzola e Gyasi, ma scalpitano AntisteStrelec e Salcedo. Squalificato Nikolau, indisponibili Agudelo, Bourabia e Sena.

LAZIO-JUVENTUS (sabato 20 novembre, ore 18)

Sarri ritrova una rosa incerottata per una grande sfida: contro la Juventus non ci sarà l’infortunato Immobile e il contagiato Marusic (Covid). Il tridente d’attacco sarà rivisitato con il ristabilito Pedro falso nueve tra Zaccagni e Felipe Anderson oppure con l’inserimento di Muriqi. A centrocampo Leiva è in vantaggio su Cataldi. In difesa Lazzari occupera la corsia di destra.

Allegri sembra avere un unico grande dubbio: lanciare Cuadrado dal 1′ o rischiare Dybala. L’argentino si è sottoposto agli ultimi test che hanno dato esito positivo e in caso di titolarità sarà Chiesa e non il colombiano ad agire sulla fascia destra del 4-4-2. L’alternativa sarebbe lasciare a riposo la Joya e affiancare Chiesa a Morata in avanti. Chiellini, De Sciglio e Bernardeschi sono ancora ai box.

FIORENTINA-MILAN (sabato 20 novembre, ore 20.45)

Italiano deve reinventare la difesa, almeno centralmente: Nastasic è indisponibile, Martinez Quarta e Milenkovic sono squalificati. Tra i due esterni Odriozola e Biraghi agirà dunque la coppia formata da Igor e Venuti (o il ristabilito Pulgar). In porta probabile il ritorno di Dragowski, che ha smaltito l’infortunio. A centrocampo Bonaventura, Torreira e Castrovilli; in attacco tornato negativo al Covid e disponibile Nico Gonazlez, ma dal 1′ dovrebbero giocare Callejon, Vlahovic e Saponara.

Pioli è orientato a schierare così il 4-2-3-1 per la trasferta di Firenze, pensando già alla decisiva sfida di Champions contro l’Atletico Madrid: Tatarusanu in porta; Kalulu, Tomori, Kjaer e Theo Hernandez in difesa; Kessié (più di Bennacer) e Tonali in mediana; Saelemaekers, Brahim Diaz (favorito su Krunic) e Rebic (in vantaggio su Leao) sulla trequarti; Giroud (e non Ibrahimovic) unica punta. Indisponibili Maignan, Plizzari, Calabria e Castillejo.

SASSUOLO-CAGLIARI (domenica 21 novembre, ore 12.30)

Dionisi monitora le condizioni di Boga e Djuricic, in ripresa dai rispettivi infortuni: c’è più fiducia riguardo il recupero dell’ivoriano tra i convocati, ma comunque non dovrebbe essere schierato dal 1′. Al suo posto scalerebbe Raspadori sulla trequarti con Traoré e Berardi mentre Scamacca agirebbe prima punta. In mezzo al campo Frattesi con Maxime Lopez

Keita torna a disposizione di Mazzarri e con lui anche il ballottaggio con Pavoletti. Bellanova sembrava ormai aver conquistato il ruolo di terzino destro, ma il recupero di Caceres rimette tutto in discussione. Buone notizie anche per Dalbert, quantomeno convocabile al contrario di Carboni che è alle prese con l’otite. 

BOLOGNA-VENEZIA (domenica 21 novembre, ore 15)

Bonifazi e Viola hanno sfruttato la sosta per ultimare il recupero e tornare a disposizione di Mihajlovic. Il regista ex Benevento è in ballottaggio con Svanberg che mercoledì in allenamento è rimasto vittima di una lieve distorsione alla caviglia che ha messo in dubbio la sua titolarità. Sulla fascia destra del 3-4-2-1 si candida Skov Olsen per fare le veci dell’indisponibile De Silvestri, mentre a sinistra agirà Hickey. Nessuna sorpresa nel terzetto difensivo e in quello offensivo.

Recuperi anche in casa Venezia con Zanetti che potrà nuovamente contare sia su Vacca che su Johnsen. Se il primo dovrebbe da subito riprendere il comando del centrocampo tra Crnigoj e Busio, il secondo partirà probabilmente dalla panchina per poi subentrare al posto di Okereke, confermato nel tridente con Forte (in vantaggio su Henry) ed Aramu.

SALERNITANA-SAMPDORIA (domenica 21 novembre, ore 15)

Colantuono dovrebbe confermare il tridente composto da Ribery, Bonazzoli e Simy; rilanciare Lassana Coulibaly dall’inizio in mediana con Di Tacchio e Kastanos (in ballottaggio con Schiavone); schierare Gyomber e Strandberg al centro della difesa con Zortea e Ranieri sulle fasce. Indisponibili Veseli, Mamadou Coulibaly e Ruggeri.

D’Aversa dovrebbe rispondere con Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Askildsen, Ekdal, Thorsby; Caputo, Quagliarella. Se Yoshida non recupera è pronto Dragusin, Gabbiadini insidia le due punte, Adrien Silva è squalificato. Ancora ai box Damsgaard e Vieira.

INTER-NAPOLI (domenica 21 novembre, ore 18)

Simone Inzaghi dovrebbe recuperare Bastoni e Dzeko. Il primo completerà il reparto con Skriniar e Ranocchia, in pole su Dimarco per rilevare l’infortunato De Vrij. L’attaccante bosniaco, invece, dovrebbe far coppia con Lautaro Martinez, anche lui in ripresa da un colpo subìto con l’Argentina. In mediana Barella, Brozovic e Calhanoglu, sulle corsie esterne Darmian e Perisic. Dumfries pronto a subentrare così come Correa e Vidal. Out Sanchez per un problema muscolare. 

Spalletti, al netto degli indisponibili Demme (Covid) e Ounas (infortunio) è pronto a schierare i suoi uomini migliori: Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly e Mario Rui in difesa; Anguissa e Ruiz in mediana; Politano, Zielinski ed Insigne alle spalle di Osimhen. Scalpitano ManolasElmas e Lozano.

GENOA-ROMA (domenica 21 novembre, ore 20.45)

Shevchenko ha l’infermeria piena: Criscito, CaicedoDestro, Kallon e Fares restano da valutare e rischiano di aggiungersi agli indisponibili Maksimovic, Vanheusden e Cassata. Il tecnico ucraino potrebbe puntare in avanti su Pandev e il giovane Bianchi, lanciando sulla trequarti Galdames, in pole sul ristabilito Hernani. In regia Badelj coadiuvato da Tourè e Rovella. In difesa Ghiglione e Cambiaso sugli esterni con Vasquez e Biraschi (favorito sul rientrante Bani) al centro.

Mourinho recupera Kumbulla Pellegrini, che a questo punto potrebbe partire anche dal 1′il capitano ha evitato quindi il rischio di infoltire la lista degli indisponibili composta da Calafiori, Vina, Smalling e Spinazzola. Il 3-4-1-2 dovrebbe essere formato da Mancini, Kumbulla, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Cristante, El Shaarawy; Pellegrini (o Zaniolo); Shomurodov, Abraham.

VERONA-EMPOLI (lunedì 22 novembre, ore 18)

Tudor deve valutare le condizioni di Ilic e Lazovic, entrambi acciaccati. Qualora non dovesse rischiarli dal 1′, la formazione sarebbe così composta: Montipò; Dawidowicz, Gunter e uno tra Ceccherini e Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso e Casale; Barak, Caprari e Simeone.

Andreazzoli recupera Viti, ma al centro della difesa potrebbe essere rispolverato Romagnoli con Tonelli mentre sulle fasce ci saranno Stojanovic e Marchizza. In mediana Haas, Ricci e Bandinelli, con Stulac dalla panchina così come Bajrami che lascerebbe posto a Henderson sulla trequarti a ridosso degli attaccanti Di Francesco e Pinamonti.

TORINO-UDINESE (lunedì 22 novembre, ore 20.45)

Juric ha ormai da qualche giornata delineato l’ossatura del suo Toro: i ballottaggi ancora vivi sono BuongiornoIzzo in difesa e BrekaloPjaca in attacco. I due croati potrebbero partire anche in coppia e in quel caso a farne le spese sarebbe Linetty.

Gotti si gode i ritorni in gruppo di Samir, Arslan e Pussetto; i primi due si candidano per partire titolari nel 4-2-3-1 di lunedì sera a Torino mentre l’attaccante argentino potrebbe accomodarsi inizialmente in panchina per lasciare ancora spazio a Beto sostenuto da Molina (insidiato da Soppy), Pereyra e Deulofeu. Arslan rimpiazzerà lo squalificato Makengo in mezzo al campo. In difesa ballottaggi esterni tra LarsenPerez e Samir-Udogie, mentre i due centrali saranno Nuytinck e Becao

Pronto a schierare la tua fantaformazione su MisterCalcioCup?

Precedente Serie C, Ghirelli: "Turris modello da seguire in Lega Pro" Successivo Fiorentina, Italiano: “Abbiamo una maledizione sui nostri centrali di difesa!”

Lascia un commento