Con l’Atalanta maxi coreografia. Poi tutti in attesa, ma prevale la scaramanzia

Sarà spettacolo su tre anelli in curva e nel resto dello stadio. A fine partita però la Sud non ha organizzato nulla. Saranno parecchi i tifosi rossoneri che resteranno nei pressi di San Siro

Stavolta ci sarebbe voluto il Maracanà di Rio. Non quello di adesso, ma quello degli Anni 50 che arrivava a contenere duecentomila persone. I tifosi rossoneri dovranno accontentarsi dei 75.817 posti (meno la quota occupata dai sostenitori atalantini) messi a disposizione da San Siro. Che domenica, a partire dalle ore 18, vivrà un pomeriggio piuttosto strano, perché la giornata del popolo milanista si potrà dire davvero conclusa soltanto alle 22.30, quando sarà finita Cagliari-Inter.

Scaramanzia

—  

E allora, la domanda è lecita: che cosa succederà al Meazza e dintorni? Come sarà gestita l’attesa della gente rossonera? Che cosa decideranno di fare i tifosi del Diavolo? Resteranno in zona stadio, negli ampi piazzali davanti agli ingressi, o si sposteranno verso il centro città perché hai visto mai che… Il match point scudetto c’è, ed è inutile girarci intorno anche se in questi giorni il coefficiente di scaramanzia è schizzato alle stelle. Ma il disallineamento dell’orario di gara delle due milanesi produrrà, nel caso in cui il Milan non perda con l’Atalanta ovviamente, un’attesa strana e febbrile.

“Bivacchi” a San Siro?

—  

Rispondere alla serie di domande che ci siamo fatti prima è impossibile, a due giorni dal match. È però facile prevedere che saranno parecchi i tifosi che stazioneranno nei pressi dello stadio, attendendo in questo modo la partita dei cugini. I cancelli di San Siro comunque chiuderanno regolarmente nel dopo gara di Milan-Atalanta, senza deroghe. Non si potrà restare all’interno dell’impianto, né sono previste riapertura straordinarie se alle 22.30 il Diavolo si ritrovasse campione d’Italia. Chi vorrà restare in zona sarà libero di farlo, e comunque non sarà una cosa che coinvolgerà il tifo organizzato. La Curva Sud Milano non ha preparato sit-in, cortei, incitamenti collettivi, piani A e piani B di sorta.

Super “coreo”

—  

Nessun tipo di pianificazione intorno al “se succede”, insomma, perché la scaramanzia comanda sovrana. La testa è solo all’Atalanta, raccontano gli ultrà rossoneri, che però daranno il consueto spettacolo all’interno dello stadio. La Sud infatti esibirà un’imponente coreografia sui tre anelli che ovviamente è stata allestita per forza di cose nelle scorse settimane, in questo caso con buona pace della scaramanzia. La curva, ma non solo: in termini di spettacolo sugli spalti è previsto il coinvolgimento di tutto il resto dello stadio.

Precedente Mourinho: "Qualcuno ci vuole ottavi, ma non lasciamo posto ad altri. Stanchi degli arbitri" Successivo Udinese-Spezia, i convocati di Thiago Motta: out anche Hristov e Zoet per motivi familiari

Lascia un commento