“Caso Ronaldo, il Manchester United pensa alla risoluzione del contratto”

Cristiano Ronaldo e il Manchester United sono arrivati al punto di non ritorno. A due giorni dall’intervista-shock rilasciata dall’attaccante portoghese al ‘Sun’, la rottura tra il numero 7 più famoso del mondo e i Red Devils tiene ancora banco sulle prime pagine di tutti i giornali sportivi inglesi, nonostante sia ormai alle porte un Mondiale nel quale la nazionale di Gareth Southgate cercherà di confermarsi al vertice dopo il 4° posto di Russia 2018 e il secondo di Euro 2020.

L'uragano Cristiano Ronaldo fa il giro del mondo su tutte le prime pagine

Guarda la gallery

L’uragano Cristiano Ronaldo fa il giro del mondo su tutte le prime pagine

Manchester United-Ronaldo, rottura insanabile

Del resto la portata delle dichiarazioni di Ronaldo è stata tale che il clamore non poteva spegnersi in poche ore, così l’argomento più scottante sul tavolo adesso riguarda come, e se, ripartire. Il Manchester United tornerà a giocare solo tra un mese, Ronaldo si è unito ai compagni del Portogallo, ma secondo quanto riportato dal ‘Sun’ la società starebbe meditando una controreplica clamorosa nei confronti del proprio tesserato.

“Manchester United pronto a stracciare il contratto di Ronaldo”

Dietro le parole sulla carta morbide del comunicato diffuso all’indomani dello sfogo di Cristiano a Piers Morgan (“Il club prenderà in considerazione una risposta solo dopo che tutti i fatti siano stati delineati”) ci sarebbe infatti la volontà di prendere tempo per capire i margini per una risoluzione unilaterale del contratto, di fatto un vero e proprio licenziamento per giusta causa che si giustificherebbe con le dichiarazioni lesive nei confronti del tecnico Ten Hag e della società tutta: “So che qualcuno mi boicotta dall’interno- ha detto tra l’altro Ronaldo – L’allenatore ed un altro paio di persone”. Insomma, nuove e clamorose puntate sono alle porte per un rapporto che, comunque vada, è arrivato al capolinea, dal momento che né Ronaldo, né i tifosi dei Red Devils, né Ten Hag e il gruppo pensano che sia ancora possibile vedere Cristiano nello spogliatoio, allenarsi e mettersi a disposizione del tecnico olandese.

Anche Ferdinand scarica Ronaldo: “È indifendibile”

Così, mentre iniziano a farsi largo le ipotesi sull’eventuale futura destinazione di Ronaldo dopo il Mondiale, tra Chelsea, Sporting e la MLS, anche un ex compagno di CR7 allo United, Rio Ferdinand, ritiene che non ci siano margini per ricomporre la frattura e che anzi lo stesso Ronaldo punti a farsi mandare via: “Purtroppo Ronaldo è indifendibile dopo quanto ha dichiarato – ha detto l’ex difensore al ‘Sun’ – Non credo ci siano possibilità per tornare indietro e affinché il matrimonio con lo United continui. Separarsi converrebbe a tutti, come si può immaginare che Cristiano torni a confrontarsi con Ten Hag? Se anche qualcuno all’interno del club avesse voluto tenerlo in rosa fino alla fine della stagione ora è diventato impossibile”.

Caso Ronaldo, cosa pensano i tifosi del Manchester United?

Guarda il video

Caso Ronaldo, cosa pensano i tifosi del Manchester United?

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Ronaldo è una furia: spunta la lista dei nemici. Ecco tutti i nomi Successivo Juventus, Milinkovic e Rabiot: la doppia trattativa

Lascia un commento