Calzona dopo Napoli-Frosinone: “Gestione sbagliata, li avevo avvertiti”


16:20

Napoli, il commento dopo il Frosinone

“Finisce in pareggio nella delusione del Maradona Napoli-Frosinone. Due volte avanti, due volte rimontati gli azzurri in questo orario prandiale che resta indigesto dopo la sconfitta di due settimane fa con l’Atalanta. Pomeriggio bollente come il sole estivo che sembra accendere la fiamma quando Politano firma un altro capolavoro balistico sulla scia del golazo infilato a Monza. Ancora un sinistro spettacolare. Napoli che la sblocca. E sembra la giornata buona quando Meret alla mezzora para un rigore dell’enfant prodige Soulè. Ma in apertura ripresa, proprio un indugio al rinvio di Alex apre la strada al pareggio di Cheddira. Napoli ferito ma ancora vivo. Osimhen con un lampo rapace ci rimette avanti 2-1. Ma è la giornata di “Walino” come lo chiamavano a Bari: Cheddira griffa la doppietta e bacia il terreno del Maradona. Finisce 2-2 e il sole si eclissa nel torrido e arido pomeriggio di Fuorigrotta”. Questo il commento del Napoli dopo il pari in casa contro il Frosinone pubblicato sul sito ufficiale.


16:10

Calzona: “Sono dispiaciuto, da domani…”

“È chiaro che i tifosi sono delusi ed deve essere così. Dobbiamo essere noi a trascinarli, siamo noi a dovere portare i 50mila ad essere l’uomo in più. Quando non abbiamo il possesso andiamo in difficoltà. Sono molto dispiaciuto perché vincerne due di fila fa crescere l’entusiasmo. Sono dispiaciuto ma devo esserlo fino a stasera, da domani mattina devo pensare come far uscire la squadra da questa situazione”.


16:05

Calzona: “Ecco cos’ho detto alla squadra all’intervallo”

“Reazione d’orgoglio? Devi avere sempre obiettivi da raggiungere, deve avere gli stimoli. Avere un obiettivo per ogni lavoratore è la cosa che conta. Alla fine del primo tempo ho detto alla squadra che continuando così non l’avremmo vinta e così è stato”.


16:02

Calzona e la condizione fisica del Napoli

“Condizione fisica? Avevo detto alla squadra che sapevamo che oggi c’era molto caldo, avevo chiesto la gestione della palla per non correre e rincorrere. Giocavamo contro una squadra molto giovane con più benzina di noi. Subito dopo che abbiamo fatto gol abbiamo perso 4-5 palle e subito il rigore, è inaccettabile come sono arrivati in area. La condizione fisica è normale, la squadra non è giovanissima e non sarà al 100%. In questo momento non riusciamo a fare nemmeno una densità ordinata”.


15:59

Calzona e la Champions: “Dobbiamo crederci”

“Champions? Ci si deve credere altrimenti non puoi fare questo lavoro. La matematica non ci condanna. Io ci credo”.


15:58

Calzona: “Se ti fischiano devi andare a casa e stare zitto”

“Troppa pressione nel giocare in casa? A questo livello i calciatori non devono avere paura delle pressioni. Non possiamo dire nulla al pubblico, siamo noi che dobbiamo trascinarli. Se ti fischiano giustamente devi andare a casa e stare zitto”.


15:55

Calzona in conferenza stampa dopo Napoli-Frosinone

“Non è possibile fare sempre 3-4 gol per vincere una partita. Dobbiamo imparare ad essere più solidi, cosa che nella mia gestione non è mai accaduta. Oggi abbiamo avuto la fortuna di passare due volte in vantaggio e di creare tanto. L’unico problema è che in fase di non possesso rischiamo sempre, non c’è mai la sensazione che stiamo gestendo la partita. Non abbiamo la percezione del pericolo, un’altra cosa che è grave. Non riusciamo a fare squadra. Ogni volta ci passa palla dentro, ci puntano la linea e non va bene, perché invece di correre rincorriamo. Questa squadra non ha le caratteristiche per farlo, l’ha dimostrando l’anno scorso quando riconquistava la palla velocemente. Abbiamo questo problema che ci sta condizionando, dobbiamo assolutamente migliorare da qui alla fine”.


15:50

Politano e il parastinchi dedicato al Napoli

Politano ripreso dalle telecamere durante Napoli-Frosinone mentre era a terra: un dettaglio non è passato inosservato TUTTI I DETTAGLI


15:35

Di Lorenzo: “Complicato aggiustare puzzle che si è rotto”

“Quando affronti una stagione così difficile diventa complicato aggiustare un puzzle che si è rotto”. Queste le parole di Giovanni Di Lorenzo ai microfoni di Sky Sport. “L’impegno della squadra c’è stato, questa vittoria sarebbe stata importante ma purtroppo quest’anno non siamo riusciti a trovare continuità di risultati – ha commentato il capitano del Napoli – Siamo sempre qui a commentare risultati come questo, ma partite del genere sono alla nostra portata e dovremmo sempre vincere. Si tratta di punti importanti che vanno persi e la classifica rispecchia perfettamente questa situazione. Da parte mia e della squadra – ammette l’azzurro – c’è la consapevolezza di dover fare di più, anche per i tifosi che se lo meritano. Non mi sento di rimproverare nessuno, il calcio può essere anche cosa. Stiamo lavorando tanto sulla vulnerabilità difensiva, ma quando l’annata parte in questo modo è difficile aggiustare un puzzle che si è rotto. Siamo comunque tutti uniti per finire al meglio la stagione, daremo il massimo sia per i tifosi che per noi stessi, oltre che per raggiungere un piazzamento in Europa. Champions? Oggi avremmo potuto rosicchiare dei punti alle nostre avversarie, noi ci crederemo fino alla fine nonostante si tratti di un obiettivo difficile ma che proveremo a conquistare con la qualità dei nostri giocatori”.


15:20

Di Francesco dopo Napoli-Frosinone

“Io non mi accontento mai e voglio fare capire alla squadra che deve avere la stessa mentalità”. Così Eusebio Di Francesco ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio in casa del Napoli. “Nelle scelte finali abbiamo commesso degli errori, sarebbe servita più lucidità – ha commentato il tecnico dei ciociari – Dico questo perché non voglio accontentarmi e questo la squadra deve capirlo, nonostante una partita giocata con un ottimo atteggiamento. Cheddira? Lui ha giocato molto dall’inizio, ma l’ho alternato anche con altri giocatori in base alle caratteristiche dei vari avversari. Walid per caratteristiche è un calciatore sul quale sai di poter sempre contare, poi se comincia a far gol con questa continuità meglio per noi. Il primo gol? Abbiamo preparato questa pressione sul portiere – sottolinea ancora Di Francesco – specialmente con Soulé, andando ad attaccare il portiere velocemente come è accaduto. Le prestazioni la squadra le ha spesso portate anche in passato, ci manca da tanto la vittoria ma tre risultati utili consecutivi ci danno una certa continuità. L’obiettivo è la salvezza, la strada è ancora lunga, potevamo avere qualche punto in più e se stiamo lottando è anche per la nostra inesperienza nella categoria”.


15:05

Calzona sul futuro al Napoli

“Futuro? Io ho un contratto con la Federazione slovacca, l’accordo con il Napoli è per questi mesi. Voglio fare bene perché questa è casa mia, non penso al resto. È giusto che la società faccia le sue valutazioni perché il Napoli è una società importante. Spero di fare il meglio possibile da qui alla fine e poi vedremo”.


15:04

Calzona su De Laurentiis

“Con De Laurentiis parlo spesso, con me è molto carino, abbiamo un buon rapporto e quando viene a trovarci è molto discreto, parla alla squadra usando le parole giuste. Il problema siamo noi che dobbiamo fare meglio, le condizioni ci sono: abbiamo l’appoggio del nostro pubblico. Se ci credono loro, dobbiamo farlo anche noi. Dobbiamo giocarci le poche possibilità che abbiamo di andare in Champions”


15:02

Calzona e la percezione del pericolo

“Ci manca la percezione del pericolo. Non so perché, in queste due settimane abbiamo lavorato tantissimo, ho parlato con i ragazzi dicendogli che dobbiamo mettere a posto questo aspetto. In questa settimana ero felice del lavoro che abbiamo fatto però poi oggi c’era tanto caldo e sapevo che potevamo andare incontro a difficoltà perché abbiamo affrontato una squadra giovane”


15:00

Calzona: “Speravo in una gestione migliore”

“In queste due settimane abbiamo lavorato tanto su questo aspetto ma evidentemente non basta. Il Frosinone ha segnato tantissimo in questa stagione e ha un allenatore bravissimo. Speravo di sbloccare subito e avere una gestione migliore ma così non è stato”


14:59

Calzona: “Problema è la fase difensiva

“Il problema è la fase difensiva dove siamo fragili, non percepiamo il pericolo e facciamo fatica a ricomporci. Non è colpa dei difensori perché noi dobbiamo fare filtro in mezzo ma non lo facciamo bene”


14:58

Calzona sulla Champions

“Corsa Champions? Più avanti andiamo senza vincere, più le possibilità si assottigliano. Oggi dovevamo vincere per restare in corsa e mi dispiace tantissimo. Lo stadio era pieno e mi dispiace anche per la gente”. Così Calzona ai microfoni di Dazn dopo Napoli-Frosinone


14:54

Calzona: “Avevo avvertito la squadra”

“Li avevo avvertiti che era una partita particolare, sono i primi caldi e noi non siamo giovanissimi, giocavamo contro una squadra molto giovane… Mi fa arrabbiare che manca il blocco squadra quando siamo in fase di non possesso”


14:52

Calzona: “Male tutta la partita”

“Sono dispiaciuto per i gol presi, ne abbiamo presi troppi questa stagione. Abbiamo lavorato male tutta la partita, è rimasta viva, e questa è la cosa che mi disturba di più. Non capisco perché non percepiamo il pericolo. Le partite si possono vincere anche 1-0. La sensazione di solidità non ce l’ho mai avuta”


14:51

Calzona: “Sofferenza in fase di non possesso”

“Se non pensiamo negativo quando siamo in fase di non possesso andiamo in sofferenza. Dobbiamo avere più cattiveria, cosa che oggi ci è mancato. Abbiamo fatto giocare Frosinone che fa un buon calcio. Abbiamo parlato tutta la settimana dei pericoli di questa partita. Dobbiamo fare meglio in fase di non possesso”


14:49

Calzona dopo Napoli Frosinone

“Gestione sbagliatissima da quando eravamo in vantaggio, chiedevo di giocare facile perché con questo caldo. A fine primo tempo ho detto alla squadra che così non avremmo vinto la partita e così è stato. Dovevamo portarla a casa, è stato un problema di gestione, facciamo fatica ad andare sotto palla”. Così Calzona ai microfoni di Sky dopo Napoli-Frosinone


14:48

Cheddira dopo Napoli-Frosinone

“Sono contento, è un’emozione unica. Stiamo lottando con le unghie e con i denti per trovare questa salvezza che per noi è molto importante. Finora è la doppietta più importante della mia carriera, la dedico a mia madre. Scambierò la maglia con Osimhen, ci siamo messi d’accordo. Lui è un altro livello, ma spero un giorno di segnare in questo stadio anche con la maglia del Napoli. Sappiamo che dobbiamo dare il massimo, lottare su ogni pallone, le ultime partite sono più difficili. Il Frosinone, la piazza, merita di salvarsi. Sono molto felice per questo punto, per la squadra soprattutto”. Così Walid Cheddira, autore di una doppietta, ai microfoni di Sky dopo Napoli-Frosinone.


14:40

Spalletti commosso al Maradona

C’era anche Spalletti al Maradona per assistere a Napoli-Frosinone. Era la prima volta che tornava allo stadio che lo ha visto conquistare il terzo scudetto della storia azzurra e il coro dei tifosi lo ha fatto commuovere: LEGGI TUTTO


14:30

Calzona in conferenza stampa

Fischio finale di Napoli-Frosinone. Calzona è atteso tra pochi minuti in conferenza stampa: segui tutti gli aggiornamenti con la nostra diretta testuale.


Stadio Diego Armando Maradona, Napoli

Precedente Tragedia in Scozia: morta una donna a Celtic Park, cos'è successo Successivo Pioli: "Mi tengo lo spirito dei miei giocatori". Su Roma, Inter e futuro...