Cagliari beffato da Boga: il Sassuolo fa 1-1 al 94′

Tra Di Francesco e De Zerbi finisce in parità così come era successo all’andata. Al colpo di testa di Joao Pedro risponde la zampata dell’ivoriano in pieno recupero

Dal nostro inviato Pierfrancesco Archetti

31 gennaio – CAGLIARI

Boga riprende il Cagliari quando sta per iniziare l’ultimo dei cinque minuti di recupero e salva il Sassuolo. Il pareggio complessivamente è giusto anche se i padroni di casa, in vantaggio con Joao Pedro al 30′ del secondo tempo, assaporavano già il gusto della vittoria che manca loro dal sette novembre. Devono digerire il verdetto che sa di beffa per come arriva, ma prima della rete rossoblù era stato il portiere Cragno a evitare la fuga degli ospiti.

LA TRAMA

—  

Il Sassuolo fa la partita anche nel primo tempo, mentre il Cagliari è pericoloso in contropiede: Djuricic due volte manca il vantaggio per gli emiliani. Prima tira fuori su una ripartenza rifinita dal cross di Caputo. Poi invece inquadra lo specchio con un bel colpo di testa su invito di Rogerio, ma Cragno è eccellente nella reazione e mette in angolo, come aveva fatto a inizio gara su avvitamento di Locatelli. Anche il Cagliari però ha un paio di occasioni per segnare, la più nitida capita a Nainggolan: il suo destro dal limite colpisce il palo. Pure Ceppitelli e Joao Pedro ci provano inutilmente.

BOTTA E RISPOSTA

—  

Sassuolo ancora senza Berardi, ma anche Chiriches è fuori uso e accanto a Ferrari viene confermato Marlon. Un punto nelle precedenti tre partite per De Zerbi, quindi anche nel secondo tempo il Sassuolo spinge per cambiare il suo destino, però trova ancora Cragno miracoloso su un colpo di testa di Traore. L’assenza dello squalificato Nandez si fa sentire a centrocampo nel Cagliari. Fra l’altro anche Duncan, uno dei tanti ex della partita, deve restare fuori, causa un risentimento muscolare. Di Francesco sistema Oliva come regista centrale affiancato da Marin e da Deiola, appena tornato dal prestito allo Spezia. Il Cagliari cerca spesso di saltare la zona centrale con i lanci o le entrate sul fianco sinistro. Però nella ripresa resta ancora più bloccato dietro. Quando entra Sottil, insieme a Pavoletti, Di Francesco ha un’arma più veloce per le ripartenze: la rete del vantaggio passa anche dai suoi piedi. È lui a suggerire per Marin, sul cui cross perfetto Joao Pedro è bravo a saltare tra i difensori e a battere di testa Consigli. Poi il Cagliari sembra chiudere tutte le porte a un Sassuolo nervoso, ma ne lascia una aperta sull’ultimo cross, di Oddei. Sull’altro lato Boga sbuca alle spalle di Sottil e pareggia.

Precedente Torino, ufficiale Sanabria: al Betis 7 milioni di euro, contratto fino al 2025 Successivo Gotti: "Rosso a di De Paul esagerato, ma non abbiamo rischiato nemmeno in inferiorità"

Lascia un commento