Bremer: “Inter? Sono dalla parte giusta. Yildiz dovrebbe lamentarsi e invece…”

Alessandro Matri, volto e non soltanto di Dazn, ex attaccante anche della Juventus, è tornato a Torino per incontrare al centro sportivo bianconero della Continassa il calciatore di Massimiliano Allegri che in queste ultime due stagioni ha vissuto la parabola ascendente più significativa: Gleison Bremer. Un chiacchierata di spessore tecnico che da oggi si può vedere su Dazn nella trasmissione My Skills. Il difensore arrivato dal Torino per 41 milioni più una decina di bonus ha saputo crescere in personalità, abbinando a questo salto di qualità un miglioramento tecnico che si coglie a prima vista in ogni partita.

Bremer cresce e la Juve sorride

Se, prima, gestire la palla da ultimo uomo davanti al portiere trasmetteva a chi era in tribuna una sensazione di primordiale disagio, associato alla sua voglia di liberarsene il prima possibile, ora non è più così. Quanta sicurezza! Controllo di destro, sinistro, sguardo alto e sereno per decidere con calma la giocata migliore da effettuare: passaggino corto laterale a far muovere lo scacchiere avversario, retropassaggio a Szczcesny per allungare “gli altri”, oppure lancio lungo e preciso di 30/40 metri a servire l’esterno piuttosto che la punta. Il difensore brasiliano dopo essere riuscito a entrare nel giro della Nazionale verdeoro si è accorto che i riflettori hanno iniziato a puntarlo. Tra questi anche gli occhi del Manchester United, che spesso invia i propri osservatori a vederlo a Torino o quando gioca in trasferta. Il club britannico è intenzionato a muoversi in estate per strapparlo alla Juventus e aver saputo che il prezzo minimo fissato dal club bianconero sia stato di 70 milioni non ha frenato le mire degli inglesi. Ma tornando all’incontro avuto da Alessandro Matri con Bremer ecco un estratto della lunga intervista che consigliamo di vedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Vicenza, rinnovo fino al 2026 per Nicholas Fantoni. I dettagli Successivo Buffon diventa direttore sportivo: superato il corso a Coverciano

Lascia un commento