Belotti e quel rinnovo al Toro ancora possibile che befferebbe Milan e Napoli

Al Toro sta nascendo qualcosa di bello“. Questa frase, abbinata al momento entusiasmante dei granata, che non perdono da sei partite (tre vittorie e tre pareggi), possono fingere da momento spartiacque del futuro di Andrea Belotti. Il Gallo, inseguito da tempo da Milan e Napoli, in scadenza di contratto a giugno col Torino, potrebbe optare – a sorpresa – per un nuovo rinnovo.

Inarrestabile Belotti, superato anche Ciccio Graziani

Guarda il video

Inarrestabile Belotti, superato anche Ciccio Graziani

La tripletta di Belotti accende l’entusiasmo in casa Toro: Milan e Napoli alla finestra

I motivi di questa tesi sono solidi, proprio come il Toro di oggi, trascinato dalla grinta del suo tecnico Ivan Juric. Uno è proprio questo: i granata possono, finalmente, a un futuro di soddisfazioni, con un progetto tecnico che potrebbe sbocciare completamente l’anno prossimo. Contemporaneamente, il Gallo potrebbe diventare la “bandiera definitiva” del club, dato che dopo la tripletta da subentrato al “Castellani” contro l’Empoli, portandosi a quota 110 gol in maglia granata, ha superato un certo Ciccio Graziani (98) nella classifica marcatori “all time” del Torino. Non resta che un obiettivo: Paolo Pulici, a quota 134. Superarlo è un obiettivo possibilissimo nelle prossime due stagioni.

Torino, Belotti può diventare la bandiera definitiva dei granata: niente Milan e Napoli?

Nonostante la stagione particolarmente difficile dal punto di vista fisico, Belotti è andato a segno 8 volte. Ne mancano due, per arrivare in doppia cifra per la settima stagione. A fine partita, ha fermato tutti i suoi compagni di squadra per reclamare i loro autografi sul pallone della tripletta. Milan e Napoli, in questo senso, potrebbero dover cambiare obiettivo là davanti.

Torino, che rimonta: Belotti affonda l'Empoli con una tripletta

Guarda la gallery

Torino, che rimonta: Belotti affonda l’Empoli con una tripletta

Precedente Lippi: "Milan favorito: mi ha sorpreso, i miei Oscar vanno a Tonali e Tudor" Successivo Ronaldo, il messaggio alle telecamere: "Non ho ancora finito"

Lascia un commento