Belgio-Canada: arbitra Sikazwe, ecco cosa combinò a gennaio

A gennaio fu al centro di grandi polemiche perché fece terminare all’85’ la partita tra Mali e Tunisia in Coppa d’Africa. Oggi arbitrerà Belgio-Canada ai Mondiali. Stiamo parlando del direttore di gara dello Zambia Janny Sikazwe. L’arbitro successivamente fece tornare in campo le due squadre, ma fischiò comunque la fine prima del previsto. Oggi la sua prestazione sarà vivisezionata in Qatar. Rischia di essere lui la star in assenza di Lukaku.

Sikazwe: “Ecco perché fischiai prima”

Il 42enne un mese dopo raccontò il motivo della fine anticipata: “Sarei potuto morire per un colpo di calore. Ho visto persone andare a lavorare fuori dal Paese e tornare in una bara. Ero molto vicino a tornare anche io così”.

Tanta Italia nel Belgio, ma Lukaku ancora non si vede

Guarda il video

Tanta Italia nel Belgio, ma Lukaku ancora non si vede

Sikazwe disse ancora: “Sono stato fortunato a non entrare in coma. I dottori mi hanno spiegato che il mio corpo non si stata raffreddando. Mancava poco al coma e quella sarebbe stata la fine. Penso che Dio mi abbia detto di porre fine alla partita. Mi ha salvato”.

Sikazwe dirigerà anche Giappone-Polonia

Belgio-Canada non sarà l’unica partita dei Mondiali arbitrata dallo zambiano Sikazwe che dirigerà pure Giappone-Polonia, sempre durante i gironi. Ma stasera, intanto, gli occhi saranno tutti per lui allo stadio Ahmad bin Ali. Nel 2018 fu sospeso per corruzione, finendo sotto inchiesta. Insomma, è un direttore di gara particolarmente chiacchierato. 

Mondiale 2022, le wags più sexy infiammano i social FOTO

Guarda la gallery

Mondiale 2022, le wags più sexy infiammano i social FOTO

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Solbakken ufficiale alla Roma: "Un sogno diventato realtà" Successivo "Cercavamo birra, siamo finiti nel palazzo dello sceicco": l'incredibile storia dei tifosi in Qatar

Lascia un commento