“Tatanka” Hübner: tenacia, gol e la solita sigaretta da fumare all’intervallo…

Cesena e Brescia le tappe più importanti del 55enne, capocannoniere della A con Trezeguet nel 2002, che una volta fu così descritto da Corioni: “Senza grappini e sigarette sarebbe il migliore di tutti”

Spalle ampie e progressione inesorabile: metafora di una fame calcistica rimasta tale anche quando la pancia era piena da un po’; lui che fino a un certo periodo di una carriera che ancora non percepiva come tale, i panini se li portava in fabbrica per la pausa del pranzo.

Precedente Mago Pioli, favola Cissè, genietto Malinovskyi. Dove? Sulle "figu" Panini Successivo Probabili formazioni Serie B/ Dubbi e scelte degli allenatori, 37^ giornata

Lascia un commento