Show fra Villarreal e Lech Poznan. Che Basaksehir: è poker in Scozia

Spagnoli ok all’ultimo assalto: 4-3 in casa. Turchi dominanti sugli Hearts, rimontona Partizan, Anderlecht ok

Ciò che non è riuscita a fare la Fiorentina tra mille rimpianti col Riga, l’ha saputo fare il Basaksehir in Scozia contro gli Hearts. Mai in discussione la supremazia dei turchi, che hanno avuto le principali occasioni della partita senza perderne mai il controllo. Quello che non c’è stato a Nizza, dove prima della gara ci sono stati scontri feroci tra i tifosi locali e quelli del Colonia all’interno dello stadio, che hanno portato al ferimento di sette persone, di cui uno in condizioni disperate dopo una caduta da un’altezza di cinque metri. Le autorità locali avrebbero preferito non disputare l’incontro, che alla fine è stato soltanto posticipato con fischio d’inizio alle 19.40. Succede di tutto invece a Vila-Real, dove la squadra di Emery riesce all’ultimo respiro ad avare la meglio su un irriducibile Lech Poznan, costretto ad arrendersi sul 4-3.

HEARTS-BASAKSEHIR 0-4

—  

I primi venti minuti sono di studio e lasciano intendere che saranno i turchi a fare la partita. Aleksic è il primo a provarci, trovando l’opposizione di Gordon. Al 21′ Duarte salva sulla linea in acrobazia sul colpo di testa di Haring, dopo l’uscita sbagliata di Sengezer. Alla fine però è il Basaksehir a portarsi avanti al 27’: Kaldirim raccoglie il pallone fuori area e lascia partire un sinistro imparabile dalla distanza. Gli Hearts non riescono a riorganizzarsi e rischiano di peggiorare il passivo, con Traoré che prima ci tenta da fuori (parata di Gordon al 35’) poi viene fermato dalla traversa al 50’. È soltanto questione di tempo: al 67’ Ndayishimiye svetta su calcio d’angolo dove il portiere non può arrivare e sigla il raddoppio. Il tris ha lo zampino di Okaka al 75’, che al termine di una bella azione personale approfitta della deviazione di Kingsley sul suo destro per beffare Gordon. C’è tempo anche per lo 0-4, sempre dopo un tiro sporcato, stavolta effettuato da Ozcan che può rivendicare la paternità della rete (82′).

VILLARREAL-LECH POZNAN 4-3

—  

La gara comincia in salita per il Villarreal, perché al 3’ il Lech Poznan è già in vantaggio. I polacchi approfittano di una disattenzione difensiva, Ishak trova in mezzo Skoras che da pochi passi firma l’1-0. La squadra di Emery subisce il contraccolpo e soltanto dopo la mezzora riesce a trovare il pareggio: ci pensa Chukwueze con un bel tiro al volo sul traversone da sinistra di Mojica. Ma è soltanto l’inizio. Al 36’ Baena completa la rimonta anche grazie alla deviazione di Milic sulla sua conclusione, due minuti dopo sfuma il pareggio con Dagerstal che colpisce la traversa. Così il Villarreal allunga, ancora con Baena bravo a controllare e a indirizzare in porta il suggerimento di Chukwueze dalla destra (40’). Il Lech Poznan non molla e a pochi secondi dall’inizio del secondo tempo accorcia su rigore con Ishak, concesso per il tocco di mani di Mandi. Il centravanti svedese si ripete al 61’, quando buca con un preciso diagonale Jorgensen sul tocco di Skoras. L’incredibile prestazione dei polacchi viene vanificata dalla prodezza di Coquelin, che al volo da fuori area pesca l’angolo dove Bednarek non può arrivare (89’).

LE ALTRE GARE

—  

Menzione d’onore per il Partizan Belgrado, che rimonta due gol di svantaggio in dieci uomini sul campo dello Slovacko Uherske, anche se poi si ferma sul 3-3 per la rete fortuita dell’ex Lazio Kozak. L’Anderlecht batte 1-0 nel finale il Silkeborg grazie al rigore di Fabio Silva, il Cluj rovina l’esordio europeo del Balkani pareggiando 1-1 nel recupero, con Matias (su assist di Scuffet) che ha risposto a Thaqi. Pari senza troppe emozioni invece tra Austria Vienna e Hapoel Be’er Sheva, che non vanno oltre lo 0-0.

Precedente LIVE Lazio-Feyenoord 2-0: apre Luis Alberto, raddoppia Felipe Anderson! Successivo Mourinho: "Risultato bugiardo, ci sta andando tutto storto"

Lascia un commento