Roma, Zaniolo un valore aggiunto: ecco tutti i ruoli dove può giocare

ROMA – Un problema? No, semmai un valore aggiunto. Nicolò Zaniolo è la soluzione in più di José Mourinho, il jolly offensivo da schierare in più ruoli a seconda del modulo con cui la Roma scende in campo. Il talento giallorosso è totalmente recuperato dopo lo stop per l’infiammazione al ginocchio e il sovraccarico al polpaccio e sarà a disposizione per la gara di domenica contro il Genoa. In quale ruolo? Lo deciderà Mou, che ha l’imbarazzo della scelta. 

Zaniolo, il jolly di Mourinho: ecco i ruoli dove può giocare

Sembra difficile rivederlo in panchina per la seconda partita consecutiva dopo Venezia. Per il match del Penzo Mourinho aveva optato per il 3-4-1-2 con Pellegrini trequartista e in avanti la coppia Abraham-Shomurodov. Se contro il Genoa il tecnico optasse per lo stesso modulo, Zaniolo potrebbe essere la sorpresa di formazione: schierato quindi accanto ad Abraham nel ruolo di seconda punta, per dare forza e imprevedibilità al reparto. Nicolò sarebbe poi più vicino e accentrato alla porta, favorendo così il suo potente tiro e la velocità nelle ripartenze. 

L’altra alternativa sarebbe come trequartista centrale, modificando leggermente il modulo. Quindi il 3-4-2-1, con Zaniolo vicino a Pellegrini e alle spalle di Abraham. In questo caso potrebbe beneficiare degli strappi che spesso dà nel corso della partita, ma anche agevolare Pellegrini in un lavoro di copertura, magari scalando a centrocampo in caso di non possesso palla. A quel punto il talento giallorosso farebbe da raccordo tra centrocampo e attacco, con licenza di svariare per il campo e concentrarsi quasi esclusivamente sulla fase offensiva, naturalmente con quel primo pressing sull’avversario. 

La terza opzione è quella classica in questa prima parte di stagione. Il 4-2-3-1 con Zaniolo largo a destra. Qui il lavoro di copertura sarebbe maggiore e lo abbiamo visto nelle partite in cui è stato impiegato: un aiuto maggiore a Karsdorp, e più spinta laterale con la possibilità di accentrarsi e scaricare con il suo piede preferito. L’esterno col piede invertito, il suo mancino con cui provare il tiro anche se in questa fase poche volte è stato incisivo nella soluzione da lontano. Le alternative per Mourinho sono tante, Zaniolo può giocare in più ruoli ed essere un elemento importante per la Roma, anche per il cambio modulo a partita in corso. 

Roma, Pellegrini fa felice Mourinho: di nuovo in gruppo

Guarda la gallery

Roma, Pellegrini fa felice Mourinho: di nuovo in gruppo

Precedente Felix: “Alla Roma grazie a mia madre. Mourinho un grande con i giovani” Successivo "Zidane-Psg, avviata la trattativa: pronta offerta irrinunciabile"

Lascia un commento