Roma, l’Olimpico prepara una notte stellare: il programma

ROMA – Una festa popolare, una festa sociale. Con una scritta virtuale ad impreziosire l’evento: tutto esaurito. Da ieri non si trova più un biglietto per Roma-Shakhtar, l’amichevole in programma domani sera all’Olimpico che servirà a Mourinho come ultimo test prima del debutto in campionato, il 14 agosto a Salerno. Ma è anche l’occasione per presentare la squadra, che secondo il programma scenderà in campo alle 19.45, e per manifestare solidarietà all’avversario, che rappresenta un Paese devastato dalla guerra. I motivi d’interesse insomma sono tanti.

Roma, tutte le foto della prima giornata di Wijnaldum a Trigoria

Guarda la gallery

Roma, tutte le foto della prima giornata di Wijnaldum a Trigoria

Olimpico sold out

Sarà il primo di tanti pienoni, sulla scia di quanto è successo alla Roma nella scorsa stagione. Per questa domenica, la prima di agosto, sono attesi 65.000 spettatori all’Olimpico. Ma anche per le prime due partite casalinghe di campionato, contro Cremonese e Monza, sono già stati quasi raggiunti i 55.000 presenti, che nella grande maggioranza (36.500) sono abbonati. L’entusiasmo per la squadra era già forte dopo la vittoria di Tirana, che ha riportato a Trigoria un trofeo dopo 14 anni, ed è stato alimentato dalla campagna acquisti dei Friedkin, che hanno riacceso le luminarie dei sogni romanisti. Contro lo Shakhtar i tifosi potranno ammirare per la prima volta Dybala dal vivo e salutare anche l’ultimo acquisto, Wijnaldum, che forse non giocherà neanche un minuto.

Roma, la formazione d'assalto: la pazza idea

Guarda la gallery

Roma, la formazione d’assalto: la pazza idea

Roma, il programma dello show

Durante la serata sono previste alcune sorprese, nello stile cinematografico ormai abituale per la nuova proprietà: la certezza è il breve concerto di Blanco, il cantautore tifoso romanista, che si esibirà durante l’intervallo della partita. Riccardo Fabbriconi – questo è il suo vero nome – sta vivendo il suo anno magico dopo aver vinto il festival di Sanremo con Mahmood e la scorsa settimana si è esibito a Roma, dentro all’ippodromo di Capannelle, dove è stato ascoltato da molti calciatori romanisti. Bresciano, ma di padre romano, è stato già ospite a Trigoria ed era anche in tribuna a Tirana per la finale di Conference.

Shakhtar, l’omaggio

Ma sarà anche un appuntamento toccante, perché coinvolgerà una squadra ucraina. Lo Shakhtar, che dopo le dimissioni di De Zerbi ha affidato la panchina al croato Jovicevic, sta faticosamente cercando di adattarsi a una normalità diversa, allenandosi a distanza di sicurezza dalla guerra. In questi giorni ad esempio è in Slovenia e sbarcherà a Roma domenica mattina. Il campionato ucraino, sospeso a fine febbraio per l’invasione russa, ripartirà da zero il 23 agosto in un clima di enorme preoccupazione. Sul territorio ucraino ma senza pubblico. «In caso di raid aerei – ha precisato il ministro dello sport, Vadym Gutzeit – le partite saranno interrotte e le squadre dovranno immediatamente provvedere a ripararsi». La Roma conta di omaggiare lo Shakhtar e di annunciare alcune iniziative di solidarietà a sostegno del popolo ucraino.

Roma, ecco la terza maglia con un effetto speciale sullo stemma

Guarda il video

Roma, ecco la terza maglia con un effetto speciale sullo stemma

Precedente CALCIOMERCATO ROMA NEWS/ Che folla per Wijnaldum, ora tutto su Andrea Belotti Successivo Klopp, la Fifa e il Mondiale sbagliato

Lascia un commento