Rivaldo: “Col Psg l’ultima di Messi al Camp Nou in Champions. E il suo futuro…”

barcellonabarcellona

Rivaldo ha detto la sua sul futuro di Lionel Messi.

L’ex giocatore del Barcellona è stato chiamato a rispondere ad alcune domande sulla complicata situazione che, negli ultimi mesi, sta coinvolgendo il club blaugrana e la Pulga. Il fuoriclasse brasiliano – anche in seguito alla netta sconfitta dei catalani contro il PSG – ha risposto spiegando come, ormai, a suo avviso, il tempo del numero 10 argentino in Spagna sia praticamente giunto al termine. La strada più probabile, a detta del classe ’72, è proprio quella che porterebbe l’asso sudamericano a vestire dalla prossima stagione la maglia dei transalpini, chiudendo così un memorabile ciclo con la compagine che lo ha scoperto e portato in Europa. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate durante un’intervista esclusiva concessa ai microfoni di Betfair.

Barcellona-PSG, Mbappè: “Partita straordinaria, merito di Pochettino. Tripletta? Contento di una cosa”

“Questa sconfitta contro il PSG sarà con ogni probabilità l’ultima partita di Messi in Champions League con il Barcellona al Camp Nou. Il suo futuro sarà proprio il PSG , ancora di più vedendo la sua esibizione dell’altra sera . È una squadra che può dargli la possibilità di continuare a vincere titoli e lottare ancora per obiettivi prestigiosi. Messi ha più di trent’anni, si assume ancora le responsabilità di tutta la squadra. E per coronare il tutto, questa stagione ha visto il suo miglior compagno di squadra, Luis Suárez , partire con un bottino realizzativo che è servito a rendere l’ Atlético di Madrid più forte che mai. Suárez ora è l’attuale Pichichi della Liga”.

Barcellona-PSG, Cole in tackle: “Messi disinteressato, se gioca così sarà una scommessa prenderlo”

Rivaldo ha poi proseguito la sua disamina presentando il match di ritorno proprio tra il PSG e il Barcellona, che vedrà tra i protagonisti sul manto erboso del ‘Parco dei Principi’ due campioni assoluti come Neymar – ex della gara – e Mbappè: “Il Barça non può girare quando non ci sono i migliori, non ha una rosa competitiva al momento. Il PSG ha giocato senza Neymar e Di María eppure aveva in campo un undici molto forte. Mbappè? È stata una straordinaria tripletta la sua, che dimostra che è un forte candidato alla vittoria del Pallone d’Oro, sicuramente uno dei migliori giocatori del momento in tutto il mondo. E nonostante questo, il ragazzo gioca come se fosse nel cortile di casa sua. Non posso comunque dimenticare il resto della squadra. Il PSG ha giocato una partita solida e corale. Sono candidati fermi per la Champions League. Neymar? Ha una cattiva reputazione di piagnucolone e questo sembra aver contagiato anche gli arbitri, per come lo fischiano. I difensori in Francia semplicemente non possono fermarlo e agire violentemente, cosa che i direttori di gara dovrebbero anche tenere presente”.

<!–

–> <!–

–>

Precedente Video/ Stella Rossa Milan (2-2): highlights e gol. Pioli beffato in extremis! Successivo Il Napoli cade a Granada: ora per gli ottavi si fa durissima

Lascia un commento