Playoff, Juve Under 23 e Pescara avanti soffrendo. Avanti il Foggia di Zeman

Pronostico rispettato in sette delle nove partite di apertura della seconda fase del campionato. Ecco tutti gli accoppiamenti del secondo turno

Pronostico rispettato in sette delle nove partite di apertura dei playoff di Serie C. Le squadre di casa, che hanno a disposizione due risultati su tre, passano il turno (in alcuni casi non senza sofferenze) con l’eccezione dei sorprendenti successi esterni di Pro Patria e Olbia. Prossimo step in programma mercoledì 4 maggio, con abbinamenti già definiti. Non cambia il regolamento: al termine dei 90′, in caso di parità vola alla fase nazionale la squadra meglio classificata. Ecco tutto quanto accaduto nel primo turno.

GIRONE A

—  

Soffre ma passa il turno la Juventus U23, sotto gli occhi di Fabio Miretti che ha raggiunto la tribuna del Moccagatta di Alessandria per sostenere i compagni dopo la maglia da titolare in Juventus-Venezia. Tra i giovani bianconeri e il Piacenza finisce 0-0, ma sono gli emiliani – usciti tra gli applausi dei loro 400 tifosi – a recriminare per le due traverse colpite nel secondo tempo da Rabbi e Rossi. La Juventus U23 mercoledì andrà a far visita alla Pro Vercelli, avanti grazie allo 0-0 casalingo con la Pergolettese debuttante nei playoff: a firmare la qualificazione il portiere Rizzo, decisivo nel respingere un rigore a Varas (e la successiva ribattuta di Villa) a un quarto d’ora dal termine. Colpo esterno della Pro Patria, che tra le 28 partecipanti è la squadra peggio classificata in stagione regolare (undicesima) ma si toglie la soddisfazione di passare a Lecco (2-0). Fattore campo sovvertito con due gol da palla inattiva: al quarto d’ora Sportelli risolve una mischia nata da un calcio d’angolo, nella ripresa chiude i conti la punizione mancina di Pizzul che passa sotto la barriera. La Pro Patria sarà di scena mercoledì al Nereo Rocco, ospite della Triestina. Per il Lecco è la seconda eliminazione consecutiva al primo turno, dopo quella di un anno fa contro il Grosseto.

SECONDO TURNO

—  

Triestina (5a)-Pro Patria (11a)

Pro Vercelli (7a)-Juventus U23 (8a)

GIRONE B

—  

Soffre ma avanza il Pescara, 2-2 contro la Carrarese: biancazzurri avanti con il colpo di testa di Cernigoi, ribaltano il risultato Pasciuti e D’Auria (lob delizioso, ma proteste per un possibile fallo in attacco), parità ripristinata dalla doppietta (con un tocco di spalla) dello stesso Cernigoi al terzo centro in biancazzurro. “Ci dobbiamo dare una svegliata – il commento nel finale del presidente pescarese Sebastiani -, teniamo troppo il pallone e ci muoviamo poco senza, per questo abbiamo sofferto tanto anche per merito della Carrarese”. La squadra di Luciano Zauri riceverà mercoledì il Gubbio, a cui basta il guizzo in pieno recupero di Alessandro Arena per superare la Lucchese (sfruttandone un’incertezza difensiva) e garantirsi la trasferta all’Adriatico. Oltre a Lecco nel girone A, l’unico altro campo violato è quello dell’Ancona-Matelica: al Del Conero fa festa l’Olbia (2-0) grazie al destro a giro di Ladinetti nel primo tempo e alla combinazione in area per il raddoppio di Travaglini nel finale.

GIRONE C

—  

Spettacolo allo Zaccheria, dove il Foggia batte la Turris (2-0, Di Grazia e Curcio entrambi nel secondo tempo) al termine di una partita giocata a ritmi altissimi: fa festa Zeman, ma la Turris può recriminare per i due pali colpiti prima dell’intervallo da Longo e Leonetti. Al secondo turno, per i rossoneri, big match al Partenio in casa dell’Avellino con l’incrocio amarcord tra Zeman e Gautieri (che è stato giocatore del boemo alla Roma). Avanti anche le altre due pugliesi: il Monopoli, con il nono gol (tutti da febbraio in poi) di Gennaro Borrelli, raggiunge sull’1-1 il Picerno che si era portato avanti grazie a Gerardi. I biancoverdi giocheranno di nuovo in casa, contro il Francavilla che fa 2-2 in affanno col Monterosi: subito avanti la matricola laziale con Buglio, sorpasso firmato da Miceli e Patierno, poi il pari di Tartaglia e un paio di occasioni per il colpo esterno svanite nel finale. Il Francavilla, con questo pareggio, allunga a dieci la striscia di partite senza vittorie. Ma può guardare avanti.

SECONDO TURNO

—  

Avellino (4a)-Foggia (7a)

Monopoli (5a)-Francavilla (6a)

Precedente DIRETTA/ Pesaro Venezia (risultato 20-22) streaming video tv: distanze strette Successivo Roma, rigore non fischiato. Tifosi furiosi: “Ma la sala Var è collegata? Assurdo”

Lascia un commento