Pirlo: “Juve di nuovo favorita per lo scudetto? In testa c’è il Milan…”

Prima Alex Sandro e Cuadrado, poi De Ligt. Il Coronavirus ha falcidiato la difesa bianconera. Andrea Pirlo sarà con gli uomini contati per la sfida di domenica sera contro il Sassuolo allo Stadium. “Mi aspetto una gara difficile, è un’ottima squadra che gioca assieme da qualche anno – ha detto il tecnico della Juve in conferenza stampa – Ha un bravo allenatore, dovremo essere molto attenti soprattutto in fase di non possesso perché sono molto bravi a uscire sulla pressione avversaria. Noi di nuovo favoriti per lo scudetto? Chi è primo in classifica è sempre la squadra da battere. Noi vinciamo da nove anni ed è chiaro ci sia pressione su di noi, ma il Milan è la squadra da battere perché è prima”.

Milik, Juve all’assalto

Pirlo: “Demiral pronto, Chiellini ok”

Capitolo difesa, Pirlo ha parlato in modo chiaro: “Demiral ha giocato qualche partita in più quindi si può considerare un po’ più pronto e domani potrebbe giocare lui. Però Chiellini è a disposizione e ci darà una mano. Ai miei giocatori chiedo di migliorare soprattutto nella forza mentale. Tante volte quando facciamo gol abbiamo due minuti dove siamo ancora con la testa tra le nuvole, lì chiedo di avere maggiore concentrazione perché sono minuti importanti per dare continuità”.

Pirlo: “Covid? La Juve pensa a lavorare”

Quella contro il Milan è stata una vittoria importante ma se non vinciamo domani non è servito a niente. Se non facciamo risultato, la vittoria di San Siro passa in secondo piano. Covid? La situazione condiziona me come tutti gli altri allenatori. Dobbiamo andare avanti, purtroppo fa parte della vita di tutti i cittadini. Noi pensiamo a lavorare, i problemi sono altri”.

Kulusevski, Chiesa, Morata e il mercato

Il tecnico della Juve ha anche fatto il punto sui singoli. ”Kulusevski sta bene, l’altra sera è entrato finalmente bene perché le altre volte non è stato così. Gli ho fatto i complimenti, domani vedremo se partirà dall’inizio o a partita in corso non avendo grandi soluzioni davanti. Anche Chiesa è ok, siamo riusciti a recuperarlo dopo il problema all’anca”. E su Morata: “Si è allenato a parte, ma ha fatto poco. Valutiamo domattina se può venire in panchina. Sul mercato non dico niente, non abbiamo un problema attaccante. Se ci saranno opportunità valuteremo“.

Pirlo: “Bernardeschi ci aiuterà”

Arthur sta meglio, purtroppo è stato spappolato contro l’Atalanta e quindi per un po’ di tempo non l’abbiamo avuto a disposizione. Ha ripreso condizione e lui può giocare con chiunque. Conosce il calcio, capisce i momenti e può giocare con chiunque. Bernardeschi? Purtroppo mi dispiace non essere riuscito a portare avanti il discorso con lui. Avrà le sue chance, in questo periodo ho preferito usare altre soluzioni però ci darà sicuramente una grande mano”.

Pirlo e la carenza dei terzini

Sulla carenza dei terzini: “Ho quattro difensori più Di Pardo dell’Under 23. Da questi dovrò fare delle scelte anche perché non si può più pescare da Under 23 e Primavera visto che siamo in bolla”. La chiusura della conferenza stampa è dedicata a De Zerbi: “Ho un bel rapporto, è bresciano come me e mio coetaneo. Ha fatto un bel percorso, ci siamo sentiti spesso, facciamo bei discorsi di calcio. Ci sono allenatori giovani e bravi anche all’estero, ognuno fa il suo percorso”.

Lodi per Chiesa

Chiesa? Non sono affatto stupito. Conoscevo le sue qualità e l’ho voluto. È giovane, può migliorare ancora tanto, è un prototipo di grande campione. Deve costruirsi partita per partita. San Siro deve essere un punto di partenza”.

Precedente Inter in vendita? Trattativa con Bc Partners/ "Suning la valuta 1 miliardo" Successivo Conte: «La Roma è forte. Sarà dura»

Lascia un commento