Pioli: “Sfida con la Juve non decisiva. Guarderemo la classifica in aprile e se sarà questa…”

Il tecnico rossonero: “Sono contento che Leao mostri le sue qualità con maggior continuità. Le vittorie degli avversari non ci mettono pressione”

Stefano Pioli ha un sorriso enorme davanti ai giornalisti. Perché il Milan ha dato un altro grande segnale di maturità, vincendo una gara resa complicata dall’espulsione di Tonali dopo poco più di mezz’ora di gioco. Ma Leao, con un gol-capolavoro, ha messo al sicuro il risultato.

che bel leao

—  

“Leao ha potenzialità enormi – dice il tecnico rossonero – sono contento che le stia mettendo in mostra con maggior continuità rispetto alla passata stagione. Stiamo lavorando molto con lui. Rafa si accende molto quando è in possesso di palla, ma se riesce ad attaccare gli spazi con la velocità che ha, poi ha la qualità per fare giocate come quella di questa sera. Deve imparare a lavorare con più intensità. Intensità non soltanto di corsa, ma anche mentale. E’ veloce e tecnico, se si smarca nei tempi giusti può fare la giocata importante”.

Abbraccio a Tonali

—  

Pioli è soddisfatto della partita perché “ancora una volta ci abbiamo messo cuore, anima, qualità, intensità. Noi non ci facciamo mettere pressione dagli avversari che hanno giocato prima di noi, ma mettiamo molto in ogni partita. Contro il Benevento l’inizio non è stato perfetto: qualche spazio lasciato, qualche passaggio sbagliato… poi però c’è stata una grande reazione, ho visto una grande compattezza. Tutte le vittorie sono importanti per un gruppo giovane come il nostro, deve continuare così. L’espulsione di Tonali? Sandro l’ho abbracciato nello spogliatoio, era dispiaciuto per questo errore. Se fermi l’immagine sembrano tutti falli molto gravi, ma se li valuti nell’immediato è diverso. Sandro imparerà anche da queste situazioni, perché ha perso palla lui… Lavoreremo meglio per evitare anche queste cose”.

adesso la juve

—  

Mercoledì la sfida contro la Juve, che sembra quasi un passaggio di consegne. “No – replica Pioli -, sarà solo una bella partita tra squadre che stanno bene. Io rimango convinto che Juventus, Inter e Napoli siano le squadre più forti del campionato. Volevamo questa vittoria a Benevento e ora ci prepareremo per questa sfida, che non sarà decisiva e neppure un passaggio di consegne. Noi dovremo guardare la nostra classifica ad aprile, se sarà ancora questa allora potremo fare altri discorsi. La nostra forza, del resto, è sempre stata quella di guardare al prossimo impegno. Stiamo compensando qualche mancanza con prestazioni di squadra. Sono convinto che l’intensità e lo spirito siano due dei nostri segreti, dobbiamo continuare così. Noi vinciamo le partite perché abbiamo la qualità, ma anche perché facciamo una corsa in più. Se tutti facciamo uno sforzo importante, abbiamo la qualità per arrivare a traguardi ambiziosi”.

Precedente Video/ Cagliari Napoli (1-4): highlights e gol. Zielinski trascinatore! (Serie A) Successivo Rigore di Kessie e perla di Leao: il Milan in 10 non molla la vetta. K.o. un bel Benevento

Lascia un commento