Mondiali di sci Cortina 2021 a porte chiuse, l’indicazione del Cts

Mondiali di sci Cortina 2021 dovrebbero svolgersi a porte chiuse; questa è l’indicazione del Cts (Comitato tecnico scientifico).

Il Cts non si è limitato a parlare dei Mondiali di sci Cortina 2021, ma si è anche pronunciato sulla proroga dello stato di emergenza.

Secondo il Cts, lo stato di emergenza dovrebbe essere prolungato fino a luglio. Secondo gli scienziati, in estate sarà in corso la campagna di vaccinazione e si potrà affrontare il contenimento in una stagione dove il virus è meno efficace. 

Mondiali di sci Cortina 2021 a porte chiuse ma Federfuni Italia si batte per l’apertura degli impianti sciistici

“No ad ulteriori rinvii sulle aperture degli impianti sciistici”.

“Noi continuiamo a combattere affinché il 18 gennaio gli impianti sciistici possano finalmente riaprire.

Combattere per questo è il nostro dovere, un dovere che ci sentiamo addosso rispetto ai nostri dipendenti e a tutto l’indotto che ruota intorno a noi”.

Così Andrea Formento, presidente nazionale di Federfuni Italia.

“Crediamo che dopo tre rinvii non ci siano più le condizioni, anche economiche, per poterne sostenere altri – sottolinea -. Ma non ci sono nemmeno le condizioni sanitarie per rinviare l’apertura degli impianti, perché la montagna ha una situazione tale da poter consentire le aperture in sicurezza”.

Formento sottolinea che “non intendiamo mollare, e per noi l’obiettivo primario è aprire il 18 gennaio con regole certe, che prevedono code singole agli impianti, code singole alle biglietterie, limitazione al 50% nelle cabinovie. Inoltre, stiamo lavorando anche sulla parte che riguarda i rifugi”.

“Noi ci crediamo – conclude il presidente di Federfuni Italia – e continuiamo a dare battaglia affinché questa data diventi realtà” (fonte Ansa).

Precedente Wanda Nara, il nuovo look fa impazzire i social Successivo Federico Bonazzoli, infortunio gli fa saltare Milan-Torino. Le probabili formazioni

Lascia un commento