Milan-Atletico, Pioli: “Non sarà decisiva e so come vincere”

MILANO – Un grande Milan in campionato deve confermarsi anche nella versione Champions League. A San Siro arriva l’Atletico Madrid del Cholo Simeone per la seconda partita del girone dopo il ko di Liverpool. Pioli in conferenza stampa spiega la ricetta per centrare la vittoria: “Il livello è molto alto e l’abbiamo visto contro il Liverpool, abbiamo pagato i nostri errori e ci hanno punito. Dobbiamo giocare semplice, veloce, non sbagliare scelte perché poi queste squadre ti possono colpire in qualsiasi momento. Il nostro livello deve salire sotto ogni punto di vista, l’esperienza di Liverpool però ci farà essere più attenti e più forti”.

Milan, 2-1 allo Spezia: gol storico al debutto da titolare per Daniel Maldini!

Guarda la gallery

Milan, 2-1 allo Spezia: gol storico al debutto da titolare per Daniel Maldini!

Pioli senza paura

“Fino a sabato l’Atletico era imbattuto ed è ancora nei primi posti della Liga, è una squadra molto forte, molto solida, con un allenatore preparato e giocatori di grandissimo livello, pronti a cogliere ogni minimo errore. Dovremo giocare una partita tecnicamente di altissimo livello ed essere concentrati e attenti per tutti i 95 minuti. Stiamo facendo le nostre esperienze e sfruttiamo ogni situazione per fare qualcosa in più, per fare meglio. Siamo una squadra giovane e questo dà tanti vantaggi, dove non arriviamo con l’esperienza ci arriviamo con le idee e con l’entusiasmo, entusiasmo che ci daranno i nostri tifosi anche domani. Giroud? Il minutaggio a La Spezia era necessario e giusto per migliorare la condizione, crescerà nelle prossime partite”, ha aggiunto Pioli.

L’arbitro di Milan-Atletico Madrid

Pioli: “Non è decisiva”

“La voglia di fare la partita non ci mancherà, torniamo a giocare davanti ai nostri tifosi, nella competizione che abbiamo voluto con tutte le nostre forze. Contro l’Atletico sarà una partita importante ma non decisiva per il passaggio del turno, perché poi ce ne saranno altre quattro. Vogliamo però togliere lo zero dalla nostra classifica. Il mio rapporto con il Milan? Nella mia testa il rapporto col club, con i giocatori, con l’ambiente Milan non ha scadenza. Abbiamo le stesse motivazioni, le stesse ambizioni di ottenere il massimo da ogni partita, da ogni stagione. Ma ora pensiamo alla partita di domani”, ha detto Pioli.

Precedente Locatelli, sfottò social del fratello dopo il primo gol con la Juve Successivo Juve U23, Ntenda operato al legamento crociato

Lascia un commento