McKennie, è giallo: non ci sarebbe solo la violazione delle norme Covid

McKennie a casa. Il centrocampista statunitense è già rientrato a Torino, in largo anticipo rispetto al previsto e ieri si è già allenato con i compagni. Una buona notizia, senza dubbio, per Massimiliano Allegri che recupera quindi un jolly importante in vista della delicata trasferta di Napoli. Soprattutto perché Weston quasi certamente non sarebbe stato a disposizione per l’anticipo di sabato pomeriggio in quanto avrebbe dovuto fare ritorno in Italia soltanto nelle ore immediatamente precedenti la partita. Da copione, infatti, avrebbe dovuto giocare la sfida tra Stati uniti e Honduras in programma all’alba italiana di venerdì 9 e sarebbe atterrato a Torino non prima di venerdì sera, come i suoi compagni sudamericani. Quando, cioè, la Juve sarà già a Napoli. E, invece, contrordine. McKennie è già alla Continassa. […]

 DI PIÙ – Ebbene, così non è stato. McKennie non è stato reintegrato e lo stesso selezionatore statunitense ha spiegato: «Weston tornerà in Italia e non sarà disponibile per la partita contro l’Honduras a causa di una violazione della politica della squadra del protocollo Covid. Ci sono grandi aspettative per coloro che fanno parte della squadra nazionale maschile degli Stati Uniti ed è importante che tutti nel gruppo siano responsabili». E, infatti, eccolo di nuovo a Torino. Il giallo però si infittisce, perché alle parole del Ct si sono aggiunte quelle, decisamente dure, di Landon Donovan, leggenda del calcio statunitense e ora allenatore: «Sono incredibilmente deluso da McKennie, quello che ha fatto è quasi irreparabile. Dirò solo che sono al corrente di quello che è successo, ma non lo dirò pubblicamente. Ora ha molto lavoro da fare con i suoi compagni di squadra per assicurarsi di nuovo la loro fiducia». Viene il sospetto che la vicenda abbia contorni ben più ampi della semplice, ma pure condannabile, mascherina non utilizzata per avere una reazione così forte da un personaggio così di peso nel calcio statunitense. «Capisco che, dopo mesi chiuso in casa, vuoi ricevere persone, lo capisco – ha aggiunto Donovan -. Ma questa è la settimana della tua vita, con tre partite importantissime, non solo per te stesso, ma per i tuoi compagni e per il tuo Paese, fondamentali per andare ai Mondiali: il suo livello di egoismo va oltre la mia comprensione». Ora McKennie non può sbagliare.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio

MisterCalcioCup, iscrizioni aperte: schiera la tua formazione, vinci viaggi in Europa e buoni Amazon. Partecipa, è gratis!

Precedente Juve, i 10 anni dello Stadium: "Rappresenta la nostra identità" Successivo Diretta motocross/ Gp Afyon 2021 streaming video tv: Cairoli bis in Turchia

Lascia un commento