Mancini: Chiesa fa paura ma l'Italia non è abituata al sintetico

Mancini, teme che i ritardi sulla campagna vaccinale in Italia possano mettere in dubbio la presenza del pubblico per le partite che l’Italia dovrebbe giocare a Roma?
Non lo so sinceramente. Il governo sta lavorando. Spero che le cose siano a posto non per giugno, ma un po’ prima.

Toloi può debuttare domani sera?
Credo che ci sia possibilità. E’ con noi da una settimana, ci siamo conosciuti meglio e dobbiamo vederlo.

Cosa teme della gara contro la Lituania?
Il campo perché non siamo abituati a giocare sul sintetico. Abbiamo due giorni per abituarci.

Cosa pensa della Lituania come squadra?
Affronteremo una formazione chiusa e che non dà spazi per giocare. L’ho vista contro la Svizzera ed è senza dubbio una squadra fisica, che si difende bene, gioca in contropiede e che, rispetto a domenica, giocherà in casa. Faranno meglio e, anche se la Svizzera ha avuto diverse occasioni, ha vinto solo 1-0. Questo vuol dire che tutte le partite sono difficili, soprattutto quando si arriva alla terza in pochi giorni.

Ha deciso chi giocherà centravanti tra Immobile e Belotti? Potrebbe giocare Bernardeschi falso nueve?
Anche l’idea di Bernardeschi è attuale e può essere messa in pratica a inizio gara o a partita in corso. Valutiamo domani, dopo l’ultimo allenamento. Ciro e Gallo stanno bene, ma ripeto, decideremo dopo l’allenamento di domani mattina.

Cosa pensa dell’addio di Aguero al City a fine stagione?
Il Kun l’ho preso io al City e mi fa piacere che dopo 10 anni sia ancora lì e che sia diventato lo straniero con più gol in Premier. E’ stato ed è ancora uno dei migliori al mondo, un giocatore straordinario, ma anche un ragazzo incredibile. Gli voglio bene e gli auguro il meglio.

Qual è il suo gol che più ricorda volentieri?
Quello al QPR che ci ha permesso di vincere la Premier.

Pellegrini può giocare alto a destra nel tridente?
Almeno dall’inizio no.

Insigne è sempre più prezioso per la Nazionale? Pensa di farlo riposare domani sera dall’inizio?
Dobbiamo ancora fare due allenamenti e non ho deciso. Lui ha giocato due partite intere che sono state faticose. Valuteremo domani.

Sirigu può sostituire Donnarumma tra i pali dall’inizio?
Valuteremo domani. Oggi stanno tutti bene e sono nelle condizioni di giocare. Spero che domani stiano ancora meglio.

Chiesa nella Juventus brilla, mentre in Nazionale no. Si è spiegato il perché?
Federico è uno di quelli che potrebbe giocare domani. Sta bene ed è un giocatore che incute timore negli avversari che lo raddoppiano sempre. Per questo in Bulgaria ha avuto difficoltà, ma per noi è molto importante.

Dalla partita di domani sera, oltre ai tre punti in chiave Mondiale, si aspetta conferme in vista dell’Europeo da coloro che andranno in campo? E’ un ultimo esame per qualcuno?
Tutte le partite sono importanti sia per chi è arrivato da due anni sia per chi è arrivato ora nel gruppo. Purtroppo non riuscirò a far giocare tutti e mi dispiace, ma non tutte le scelte sono fatte. Le cose possono cambiare nell’ultimo mese: speriamo non ci siano infortuni e che tutti siano a disposizione, ma ci sono tanti impegni in calendario negli ultimi due mesi, sia in campionato sia nelle coppe europee dove c’è la Roma più è in programma la finale di Coppa Italia… Chi è qui con noi e anche qualcuno che è a casa: tutti hanno chance essere chiamati.

Teme che agli Europei Donnarumma sia distratto dalla vicenda del contratto con il Milan?
Non mi preoccupa assolutamente.

Quali sono tre qualità di Marcello Lippi nelle quali si riconosce?
Una è che abbiamo giocato tutti e due nella Sampdoria. Lui è riuscito a mettere insieme una squadra forte lavorandoci nel tempo, noi stiamo facendo la stessa cosa. Spero di riconoscermi in lui tra due anni nella speranza di aver fatto la stessa cosa (vincere il Mondiale, ndr).

La Panchina d’Oro a Gasperini è meritata?
Ci sono tanti allenatori italiani bravi. Lui ha fatto un lavoro straordinario con l’Atalanta e credo che sia un premio meritato.

Precedente Dal dramma di Furino alla prima di Melli: ascolta le notizie del giorno Successivo Calciomercato Serie B, Vicenza: Meggiorini prolunga fino al 2022

Lascia un commento