Leicester-Roma: Abraham, è l'ora di ripagare Mourinho

ROMA – Il suo ritorno in Inghilterra è stato accompagnato da rumors di mercato. Tammy Abraham è la star della Roma che è sbarcata a Leicester e che con i gol in giallorosso si sta guadagnando un posto in Nazionale per il Mondiale. Stasera servono i suoi gol per arrivare a Tirana. Non ha mai segnato contro il Leicester: «La squadra sta bene, vogliamo vincere un trofeo. Sappiamo che loro sono una buona squadra. So cosa ci aspetta. Sarebbe il momento perfetto per me per segnare il mio primo gol contro il Leicester e aiutare la squadra a vincere. Non penso a un duello con Vardy, il Leicester ha tanti buoni giocatori».

Grazie Mou

Alla Roma ha trovato lo spazio che non aveva nel Chelsea e con i 24 gol segnati ha dimostrato il suo valore: «Lavoro ogni giorno con la mia squadra per migliorare, la mia concentrazione è sulla gara con il Leicester e sulla voglia di vincere. Abbiamo ancora partite importanti da giocare da qui alla fine della stagione. Conosco abbastanza bene alcuni dei loro giocatori, ma spero di essere quello che sorride al ritorno a Roma». Le voci di mercato lo fanno sorridere. Gli chiedono di assicurare in italiano che resterà alla Roma. Ci pensa, ma si affida ancora alla sua lingua madre: «Sono felice qui perché gioco il mio calcio, sono concentrato sulla competizione e sulla gara di Conference. Certo, sono nato e cresciuto in Inghilterra. Per il futuro vediamo. Il mio obiettivo è vincere a Leicester». Non si sbilancia sul futuro, ha conquistato i tifosi che non vogliono nemmeno pensare a una sua partenza. E’ alla Roma per merito di Mourinho, che lo ha convinto. E’ arrivato il momento di ripagarlo: «E’ uno dei migliori con cui lavorare. Sa come guidarti. Ho bisogno di qualcuno che mi spinga e mi motivi. Per me è l’allenatore perfetto. Lui crede in me. Lampard anche ha creduto in me e questo mi fa essere un attaccante importante. Con un manager così riesci a dare il massimo».

Conta solo vincere

Ci tiene a difendere il titolo di capocannoniere della Conference League ed è orgoglioso di essere l’inglese con il miglior rendimento in serie A: «Riuscire a fare quello che sto facendo mi dà un’emozione incredibile. Venivo da una stagione difficile e tornare a splendere è fantastico. A Roma sono stati chiari fin dall’inizio e mi hanno aiutato. Spero di finire la stagione vincendo». E’ arrivato ad agosto, con il campionato alle porte. Ci ha messo poco ad ambientarsi in un calcio che non conosceva: «Sono sempre stato un giocatore per cui è importante sentire la fiducia. Ho sempre voluto giocare e segnare. E’ importante stare al posto giusto e mi alleno e lavoro tutti i giorni per questo. Sono concentrato su questa partita e vogliamo vincere». Non è una sfida in chiave Nazionale con Vardy, i giornalisti inglesi restano delusi: «Loro hanno buoni attaccanti. Sono amico di Maddison e sono contento di giocare contro una formazione inglese. Ma voglio aiutare la mia squadra il più possibile». Giocare con Zaniolo lo aiuta a sentirsi meno isolato in attacco. Tammy in questo casi si sbilancia: «Con Nicolò ci capiamo. Giocare con lui mi toglie pressione e mi aiuta molto a fare la mia partita. Con lui sono più libero e più me stesso». La Roma punta al trofeo. C’è l’ostacolo Leicester sulla strada della finale: «Siamo una buona squadra ma ci sono altre buone squadre nel torneo. Se vinciamo dimostreremo di essere i migliori».

La Roma in partenza per Leicester: quanti selfie per Mourinho e Abraham

Guarda il video

La Roma in partenza per Leicester: quanti selfie per Mourinho e Abraham

Maglia Abraham: scopri l’offerta

Precedente Fiorentina, Barone attacca il Milan: "Niente biglietti per gli ospiti, non c'è rispetto" Successivo Le partite di oggi: il programma di venerdì 29 aprile

Lascia un commento