Juve, chi arriva davanti? Pellè e Llorente sono in attesa. Intanto per Reynolds…

Fuori dalla corsa il bomber della Samp e Giroud, difficili i rapporti con il Napoli. Intanto, in difesa, si avvicina il terzino del Dallas: operazione con il Benevento in stile Demiral-Sassuolo

Alla fine, vince il cuore. Quello di Fabio Quagliarella, che nella giornata di ieri ha deciso di rimanere nella sua Genova: “Se hai dato tanto e ricevuto ancora di più, se ogni volta senti l’emozione che batte dentro il petto, vuol dire che ci sono legami più forti di tutto”, ha dichiarato via Instagram. Nulla da fare, quindi, in ottica ritorno: la Juventus ci aveva pensato, pronta a offrire un contratto valido fino al termine della stagione (pur senza la possibilità di inserirlo nella lista per la Champions League). A questo punto, a chi tocca? Allo stato attuale, i nomi restano i soliti… o quasi.

Pellè aspetta segnali
La pista per Graziano Pellè appare come la più semplice: l’ex azzurro è svincolato dopo l’esperienza di quattro campionati allo Shandong Luneng e sarebbe felicissimo, a 35 anni, di poter indossare la maglia di una big per la prima volta in carriera. Lui rimane in attesa, sperando in una chiamata da Torino. La aspetta, eccome, pure Fernando Llorente: contratto con il Napoli valido fino al 30 giugno 2021, in questa Serie A ha totalizzato la miseria di 26’ giocati. Lo spagnolo tornerebbe volentieri in bianconero, in questo caso l’ostacolo si chiama Aurelio De Laurentiis: dura che il patron azzurro possa accettare di rinforzare una rivale per le zone che contano della classifica.

Arka, Leonardo, Olivier
Discorso parecchio simile per Arkadiusz Milik, valutato almeno 15 milioni di euro, anch’egli in scadenza tra cinque mesi: sarebbe la prima scelta per l’attacco di Pirlo, ma difficilmente Agnelli potrebbe prendere in considerazione una spesa simile, considerando appunto la situazione contrattuale del polacco. Sullo sfondo resta Leonardo Pavoletti del Cagliari, più lontano (per non dire definitivamente tramontato) il nome di Olivier Giroud, chiarissimo pochi giorni fa: “Il mio futuro? Lo immagino al Chelsea fino a giugno, poi si vedrà…”. Il lavoro di Fabio Paratici prosegue: facile pensare che il nuovo attaccante della Signora possa uscire più avanti, toccando altri profili finora non considerati (un certo Mario Mandzukic è sempre libero…). Per il nuovo attaccante la possibile accelerata potrebbe arrivare dopo la sfida con l’Inter del 17 gennaio. Nel frattempo, si avvicina il rientro di Alvaro Morata: out dal 2 gennaio (vigilia di Juventus-Udinese) per un risentimento muscolare alla coscia destra, il bomber spagnolo potrebbe giocare uno spezzone di partita mercoledì prossimo, in Coppa Italia con il Genoa. Altrimenti, appuntamento per la domenica successiva nel big match del Meazza.

Intanto c’è Reynolds?
Ancora mercato: in difesa si avvicina Bryan Reynolds, terzino destro classe 2001 di Fort Worth attualmente al Dallas. L’idea della Signora – avendo esaurito gli slot per i calciatori extracomunitari – è quella di replicare la trattativa per Merih Demiral con il Sassuolo nel 2019, questa volta con il Benevento: possibile operazione in prestito con obbligo di riscatto (per 5-6 milioni di dollari) con il ragazzo che resterebbe in giallorosso fino al termine della stagione per poi, eventualmente, approdare a Torino.

Precedente Da Diaw a Ogunseye: chi sarà il prossimo Nzola? Successivo Bundesliga, il Monchengladbach batte il Bayern rimontando due reti di svantaggio

Lascia un commento