Italiano verso il Milan: “Gonzalez forse a partita in corso. Fondo PIF? Non mi riguarda”

Il tecnico Viola interviene in sala stampa prima della partita contro i rossoneri

Filippo Caroli

19 novembre

Poco più di 24 ore alla super sfida fra Fiorentina e Milan valida per la 13esima giornata di Serie A. Vincenzo Italiano parla nella consueta conferenza stampa della vigilia per presentare il match. Di seguito le parole dell’allenatore gigliato:

Sulla maledizione in difesa

“Sulle squalifiche non possiam far nulla e purtroppo sono arrivate. Nastasic? Il suo infortunio non ci voleva, era un’occasione per lui. Mi spiace molto per lui che è tornato molto triste dalla Nazionale. Avevamo aggregato Lucchesi, uno con personalità ma che si è fatto male anche lui. Avremo una difesa nuova in un reparto che ultimamente sta rendendo bene. Abbiamo preparato diverse situazioni, domani vediamo se siamo stati bravi”

Sull’adattamento di un terzino o un centrocampista come centrale

“La verità è che abbiamo Igor, Venuti, Amrabat, Frison, uno che si allena da tanto con la prima squadra, questi sono i nostri 4 centrali. Domani affrontiamo la prima della classe e per loro sarà un bel test”

Su Nico Gonzalez

“Nico non può ancora affrontare una gara intera . Lo stiamo recuperando piano piano, ma serve stare molto attenti. Da una situazione del genere ci può essere qualche problema muscolare. Vediamo cosa accadrà domani, le sue caratteristiche sono diverse rispetto agli altri, vediamo se potrà giocare una porzione di partita”

Sulle voci del fondo PIF e Pioli

“Ogni pre gara si parla di Vlahovic, oggi si parla d’altro. Sono cose che non mi riguardano e non rispondo. Pioli? Sta dimostrando un grande valore. Il Milan si esprime a livelli grandiosi negli ultimi anni. Ammiro molto Stefano e domani lo saluterò”

Su che gara si aspetti contro il Milan

“Il Milan se non pressi fa gol o crea situazioni pericolose. Noi vogliamo continuare a lavorare sulla nostra identità, ogni volta troviamo qualcosa su cui lavorare. Con la Juve abbiamo giocato bene ma abbiamo sbagliato qualcosa in fase di non possesso. Cercheremo di riproporre domani il lavoro fatto in settimana”

Sulla Fiorentina che non riesce a ribaltare le partite

“Domani affrontiamo una squadra che non ha ancora perso, il suo valore lo dimostra la classifica, in questo momento sanno fare tutto. Noi, quando andiamo in svantaggio non abbiamo la forza di ribaltare il risultato. Una squadra diventa di valore quando ha la forza di rimediare a qualcosa di negativo, è un aspetto su cui possiamo migliorare. Il Milan, invece, questa forza ce l’ha. Ma parliamo di un progetto nato da 5 mesi rispetto ad uno nato più di un anno fa”

Se si sente di poter battere il Milan

“Lo battei con lo Spezia e fu straordinaria. Se una squadra ha voglia di determinare e tutti ne sono convinti può venire fuori quanto visto. Ne abbiamo parlato coi ragazzi e gli ho fatto vedere alcuni filmati di quel match. L’atteggiamento sarà fondamentale, è ciò che indirizza le partite. Lo Spezia mise in campo attitudine e grande qualità, mi auguro che domani i miei ragazzi affrontino il match in quel modo. Solo così si può mettere in difficoltà una squadra che a quel tempo arrivava da una striscia di imbattibilità”

Sulle due fasi

“Penso che la mia idea è creare tanto e subire meno. I protagonisti sono i calciatori però. Questa squadra ha mostrato di avere la capacità di concedere poco. Paghiamo la poca concretezza davanti. Abbiamo compattezza, tutti cerchiamo di recuperare il pallone e lo stiamo facendo bene. Ma stiamo lavorando per migliorare anche sugli altri aspetti. Mi piace non subire gol e farne tanti, sta accadendo un po’ il contrario ma non è un ribaltamento di filosofia. Questi numeri possiamo migliorarli, la squadra ha grossi margini di miglioramento. Odriozola, ad esempio, è migliorato tantissimo, ci aspettiamo crescano anche tutti gli altri”

Precedente Molotov, feriti, ritorsioni e busti decapitati: il derby di Rosario incendia la città Successivo Bundesliga, Lewandowski non basta al Bayern: clamoroso ko con l'Augusta

Lascia un commento