Inzaghi teme i cali post Coppa. A Cagliari con Bastoni e Correa

Il rendimento dei nerazzurri spesso penalizzato dagli impegni infrasettimanali. Dopo i 120′ con la Juve, tornano titolari l’azzurro e il Tucu

L’Inter è tornata ad allenarsi in mattinata (anche se i titolari di Coppa hanno fatto scarico) dopo la vittoria sulla Juve di mercoledì a Roma. Tra rientro a notte fonda e dispendio psicofisico nei 120′ dell’Olimpico, Inzaghi giustamente ieri ha concesso alla squadra una giornata di riposo. Ma da oggi ha messo nel mirino la trasferta di domenica sera a Cagliari. Facendo molta attenzione alla gestione delle forze, visto che di fronte ci sarà una squadra riposata, spinta da uno stadio esaurito alla ricerca della salvezza.

Stenti post Coppa

—  

L’Inter viene da sei vittorie nelle ultime sette giornate di campionato. È caduta soltanto a Bologna, ma dopo la vittoria del 3 aprile in casa della Juve – preceduta dai famosi 7 punti in sette turni – ha ripreso una marcia da scudetto. La frenata di febbraio-marzo era dovuta proprio al calendario. Tornata a un solo impegno a settimana, la banda Inzaghi ha ritrovato gamba, gioco e certezze. Lo score stagionale conferma che l’impegno successivo a quello del mercoledì però può tagliare le gambe. In 13 impegni di campionato post Champions, Supercoppa o Coppa Italia, l’Inter ha vinto 7 match, ne ha pareggiati 5 e perso uno.

Torna anche Dumfries

—  

Un motivo in più per ponderare fino all’ultimo le scelte di formazione. Arrivati a due curve dal traguardo però si andrà avanti con i soliti noti. Con giusto 2-3 variazioni rispetto all’undici anti Juve. In difesa potrebbe rientrare Bastoni out dal match con la Roma (23 aprile) per un risentimento al soleo. Inzaghi non ha voluto rischiare l’azzurro in Coppa (è entrato solo nei minuti finali) ma dovrebbe riproporlo domenica, anche se D’Ambrosio e Dimarco hanno fatto bene al suo posto. A destra Dumfries – inizialmente in panchina contro la Juve – dovrebbe riprendersi la maglia a vantaggio di Darmian. E poi c’è l’immancabile ballottaggio in attacco. Nel gioco delle turnazioni dovrebbe stare fuori Lautaro, sempre titolare nelle ultime uscite, ma il Toro è caldo e, a meno di sorprese, toccherà ancora a lui. Al suo fianco Correa nettamente favorito su Dzeko. La squadra svolgerà la rifinitura ad Appiano domani mattina e dopo pranzo volerà in Sardegna. Unico indisponibile, Vecino.

Precedente CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2022/ Juan Pedro Lopez maglia rosa, Bouwman azzurro Successivo Ambra e il suo nuovo amore: dimentica Allegri e bacia un uomo misterioso

Lascia un commento