Inter, Young al posto di Perisic. Milan, gioca Castillejo. Juve: più Danilo che Rabiot

Conte schiera anche Eriksen e Ranocchia. Samp con Quagliarella-Gabbiadini in attacco. Lazio, niente Luis Alberto per Inzaghi

3 aprile – Milano

Sarà un super sabato quello che oggi ospiterà la ventinovesima giornata di serie A. Apre la giornata Milan-Sampdoria alle 12.30, poi sette partite alle 15, alle 18 il derby tra Torino e Juventus. Chiude Bologna-Inter alle 20.45. Le ultime dai campi.

MILAN-SAMPDORIA (oggi, ore 12.30)

—  

Milan: Donnarumma negativo, Rebic recuperato al 100% e in campo dal 1’ Ai box Romagnoli e Calabria, che ne avranno ancora per una quindicina di giorni. Out anche Leao, Mandzukic (forse in gruppo la settimana prossima) e Brahim Diaz. Pioli ha provato Saelemaekers terzino destro, con Castillejo alto e Dalot in panchina.
Sampdoria: Ekdal, dopo l’infortunio con la Svezia, salterà la trasferta di San Siro. Probabile coppia centrale in mezzo formata da Thorsby e Silva. Dubbi anche per Bereszynski (rientrato solo ieri sera dagli impegni con la nazionale: Ferrari è in preallarme) e Jankto (colpo alla coscia in nazionale) sulla corsia esterna. Qui potrebbe giocare al suo posto Damsgaard. In attacco, via libera per la coppia Quagliarella-Gabbiadini.

ATALANTA-UDINESE (oggi, ore 15)

—  

Atalanta: Gasperini recupera Gosens, ma non Hateboer. In porta Gollini, in difesa Toloi può far rifiatare Djimsiti, visto che sia lui che Pessina sono risultati negativi ai tamponi e possono giocare. Solita abbondanza in attacco: dovrebbero iniziare Pessina, Zapata e Muriel, con Malinovskyi e Ilicic dalla panchina.
Udinese: Gotti dovrebbe riproporre il 3-5-1-1, con Forestieri alle spalle dell’unica punta Llorente, in vantaggio su Okaka. Recuperato Samir, ma in difesa dovrebbero giocare Becao, Nuytinck e Bonifazi.

BENEVENTO-PARMA (oggi, ore 15)

—  

Benevento: resta ai box solo Letizia, che comunque ha ripreso ad allenarsi. Glik in leggero vantaggio nel ballottaggio con Caldirola. A centrocampo recuperato Schiattarella (anche lui out per squalifica con la Juve), che sembra in vantaggio nel ballottaggio con Viola per fare da regista. Sugli esterni spazio al rientrante Depaoli e a Improta, mentre in avanti non ci sono dubbi sulla conferma della coppia Gaich-Lapadula, anche se Caprari scalpita per tornare titolare.
Parma: si allunga la lista degli indisponibili: Karamoh e Sohm hanno riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra e non ci saranno, così come Zirkzee. I recuperi di Conti, Cornelius e Gervinho sono le uniche note liete. In regia ancora Brugman, con Kucka e Hernani mezze ali e l’esclusione di Kurtic. Bani centrale di difesa insieme a Osorio.

CAGLIARI-VERONA (oggi, ore 15)

—  

Cagliari: Ceppitelli recupera per la panchina, ma sarà Klavan a completare la difesa a tre con Rugani e Godin. Duello apertissimo in attacco tra Simeone e Pavoletti, con il secondo favorito.
Verona: sarà ancora Lasagna ad agire da centravanti con il sostegno di Zaccagni e Barak. Faraoni e Lazovic sulle fasce, con Dimarco arretrato in difesa nel terzetto con Ceccherini e Lovato. Non sarà convocato Kalinic.

GENOA-FIORENTINA (oggi, ore 15)

—  

Genoa: Ballardini darà fiducia a Destro in attacco, corsa a tre tra Shomodurov, Scamacca e Pjaca per affiancarlo. Per il resto non sono previste grosse novità, con Badelj in regia affiancato da Zajc e Strootman e la solita difesa di veterani Masiello-Radovanovic-Criscito. Possibile inserimento di Biraschi a destra con Zappacosta a sinistra e Czyborra in panchina.
Fiorentina: Iachini ripartirà dalla coppia d’attacco Vlahovic-Ribery, dal ritorno di Biraghi a sinistra e dal rientro di Amrabat in mezzo al campo a scapito di Castrovilli, con la conferma di Bonaventura. Martinez Quarta confermato in difesa assieme a Milenkovic e Pezzella.

LAZIO-SPEZIA (oggi, ore 15)

—  

Lazio: Acerbi in difesa dovrebbe essere affiancato da Radu e Marusic, con Lazzari e Lulic sulle fasce. In attacco il partner di Immobile sarà Correa, con Muriqi e il recuperato Caicedo pronti a entrare nella ripresa. Niente da fare per Luis Alberto, che ha accusato un problema alla caviglia. Al suo posto Pereira.
Spezia: Provedel ed Estevez si sono negativizzati, ma dovrebbero giocare Zoet in porta e Leo Sena a centrocampo. In avanti il favorito da centravanti è Piccoli, ai suoi lati Gyasi e Farias, favorito su Verde. Incertezza in difesa, dove potrebbero rientrare Chabot e Bastoni.

NAPOLI-CROTONE (oggi, ore 15)

—  

Napoli: restano indisponibili Demme e Ghoulam, mentre sono buone le notizie per Zielinski, risultato negativo al tampone molecolare al quale era stato sottoposto ieri. Il polacco e i nazionali hanno ripetuto i test e fortunatamente sono tutti negativi. Davanti Politano e Osimhen favoriti su Lozano e Mertens. In difesa, squalificato Koulibaly, spazio a Manolas e Maksimovic. Solo stamattina Gattuso comunicherà i convocati, ma in gruppo ci sarà anche Ospina che andrà in panchina.
Crotone: lo squalificato Petriccione sarà rimpiazzato in regia da Benali, con Cigarini che si rivede in panchina. Problemi muscolari per Ounas, che inizierà tra le riserve: spazio a Di Carmine accanto a Simy. Non recupera Reca: Pereira e Molina sulle fasce con Vulic in mezzo.

SASSUOLO-ROMA (oggi, ore 15)

—  

Sassuolo: emergenza totale per De Zerbi, che in conferenza stampa ha confermato l’indisponibilità di Berardi e Caputo e dovrà inventarsi l’attacco. Possibile chance dal 1’ per Raspadori insieme a Traore, Boga e Djuricic. Dalla panchina Lopez e il baby Oddei uniche vere alternative. Non finisce qui, perché Locatelli e Ferrari, reduci dalla convocazione con l’Italia, staranno fuori per precauzione. Si va verso un centrocampo Obiang-Magnanelli.
Roma: si rivede Veretout in panchina, ancora fuori Mkhitaryan e Smalling. Cristante recupera e giocherà dal 1′, come annunciato da Fonseca, con Mancini da una parte e molto probabilmente uno tra Spinazzola e Karsdorp dall’altra. In avanti Borja Mayoral, sostenuto da Pedro e Carles Perez. Pellegrini in mediana con Diawara.

TORINO-JUVENTUS (oggi, ore 18)

—  

Torino: in difesa fuori Nkoulou e Lyanco, disponibili solo per la panchina. Sarà Buongiorno ad affiancare Bremer e Izzo, con Ansaldi e Murru sulle fasce (Singo out per un paio di settimane). Si va verso un 3-5-2, con Sanabria accanto a Belotti in attacco.
Juventus: Dybala, McKennie (e Arthur, comunque out) non convocati per motivi disciplinari. Fuori anche Demiral e Bonucci per Covid, in difesa spazio a Chiellini con De Ligt. In porta Szczesny, Cuadrado e Chiesa sulle fasce, mentre Pirlo ha provato Alex Sandro nei tre dietro con Danilo a centrocampo a scapito di Rabiot.

BOLOGNA-INTER (oggi, ore 20.45)

—  

Bologna: la squalifica di Palacio elimina i dubbi. Alle spalle di Barrow giocheranno Skov Olsen (in vantaggio su Orsolini e grande protagonista con la sua Danimarca), Soriano e Sansone. Skorupski positivo al Covid: al suo posto il giovane Ravaglia favorito sul veterano Da Costa.
Inter: Handanovic è tornato negativo al Covid e sarà regolarmente in porta. Ottime notizie anche da De Vrij, che si è negativizzato anche se Conte dovrebbe scegliere Ranocchia. Tutti negativi anche i tamponi effettuati sui nazionali. Eriksen preferito a Gagliardini, mentre Young giocherà al posto del’indisponibile Perisic a sinistra. Si rivede in panchina Vidal.

Precedente Ibra e Quaglia, vecchi a chi? 77 anni e 320 gol in A. E sul ritiro... Successivo Probabili formazioni Sassuolo Roma/ Quote, spazio a raspadori in attacco

Lascia un commento