Inter-Juve, la chiave tattica: Kulusevski bis su Brozovic

Tra un Dybala «da valutare, perché da tanto non giocava, a Roma ha giocato 86 minuti e non era in programma» e il richiamo al fatto che «la partita potrebbe finire al 120’», dalla conferenza di Allegri prende corpo l’ipotesi di una Juventus senza Joya al fischio d’inizio, con Joya – e nelle intenzioni anche con gioia – a quello finale. L’argentino potrebbe partire in panchina, con Kulusevski alle spalle di Morata, dove avrebbe un duplice compito. In fase difensiva controllare Brozovic come in campionato: mossa efficace, tanto che i nerazzurri avevano trovato il gol solo con Bernardeschi infortunato a bordo campo e la Juve in 10. In fase offensiva Kulusevski dovrebbe invece mettere il croato nella condizione di dover scegliere se controllare lui o alzarsi su Locatelli, vertici basso e alto di un rombo che potrebbe formarsi con Rabiot e McKennie (o Bentancur al posto di uno dei due) ai lati, per mettere in inferiorità i tre centrocampisti nerazzurri. 

Juve sfavorita contro l'Inter: Allegri e Chiellini scaricano il peso della finale su Inzaghi

Guarda il video

Juve sfavorita contro l’Inter: Allegri e Chiellini scaricano il peso della finale su Inzaghi

Precedente Diretta Barcellona-Real Madrid ore 20: dove vederla in tv e streaming, probabili formazioni Successivo Le pagelle di Pereiro: spacca la partita, gol e assist, e dà speranza al Cagliari

Lascia un commento