Inter-Atalanta 2-2: Malinovskyi super, ma Dzeko salva Inzaghi

MILANO – Spettacolo e gol allo Stadio Meazza tra l’Inter, ispirata da un Barella super, e l’Atalanta, trascinata dai colpi di Malinovskyi. Il secondo match della sesta giornata di Serie A si chiude sul 2-2, con un finale mozzafiato, che prima illude i padroni di casa, che sciupano un rigore con Dimarco, e poi strozza in gola la gioia agli ospiti, che si vedono annullata la rete del successo dal Var, con un ritardo che sa di beffa.

Inter-Atalanta 2-2, tabellino e statistiche

Inter-Atalanta, primo tempo show

I campioni d’Italia di Inzaghi, privi di Correa, si presentano sul prato di San Siro con Darmian preferito a Dumfries sulla fascia destra, mentre a sinistra c’è Perisic. Davanti tandem formato da Dzeko e Lautaro Martinez. Gasperini vara invece un’Atalanta, oggi in completo bianco, con Demiral al centro della difesa, Pessina e Malinovskyi trequartisti dietro alla punta Zapata; non c’è Muriel, alle prese con un problema muscolare. L’Inter prova subito a fare suo il match: al 3’ Dzeko colpisce male di piatto destro da ottima posizione e, due minuti più tardi, Lautaro Martinez sblocca il risultato con un fantastico tocco al volo di destro su cross al bacio di Barella, in posizione di ala. L’Atalanta rialza velocemente la testa e, dopo un rasoterra di De Roon che sfiora il palo con Handanovic di sasso, trova il pareggio al 30’: Malinovskyi, dalla distanza, prende la mira e lascia partire un magnifico tiro di collo sinistro, che gonfia la rete interista. Il trequartista ucraino ispira anche il raddoppio atalantino, al 38’, con un’altra potente conclusione da fuori area: Handanovic stavolta respinge in tuffo, ma Toloi si avventa sul pallone, come un vero centravanti, e appoggia in rete.

Che show tra Inter e Atalanta: Malinovskyi e Lautaro, gol d'autore

Guarda la gallery

Che show tra Inter e Atalanta: Malinovskyi e Lautaro, gol d’autore

Dzeko gol nella ripresa, beffa Var per Piccoli

L’Atalanta non ha nessuna intenzione di fermarsi neanche nella ripresa: Malinovskyi e Palomino sfiorano il tris nello spazio di pochi secondi, al 48′. Poi ci prova ancora l’ispiratissimo ucraino con un bolide su punizione che si stampa sul palo. L’Inter, pur alle corde, ha la forza di uscire dall’angolo, rifacendosi viva in area avversaria con un colpo di testa di Vecino, splendidamente deviato da Musso. Il portiere argentino deve ancora intevenire poco più tardi, su insidioso cross di Barella, mentre Lautaro Martinez manca il bersaglio nel suo tentativo di tap-in. I ragazzi di Simone Inzaghi, smaltita la paura, trovano il pareggio al 71′ a conclusione di un’azione ispirata dal solito Barella: Dimarco va al tiro, Musso respinge e Dzeko ribadisce in rete il pallone del 2-2. Per l’attaccante bosniaco è il novantesimo gol in Serie A. All’83’ Demiral, nel tentativo di anticipare Dzeko, tocca il pallone con il braccio: Maresca, aiutato dal Var, decreta il rigore che Dimarco spreca incredibilmente, calciandolo sulla traversa. All’88’ Piccoli segna addirittura il 3-2 per l’Atalanta, ma ancora una volta interviene il Var, che annulla il gol perché il pallone, nel corso dell’azione, era uscito dalla linea di fondo. Il match, davvero spettacolare, si chiude qui: l’Inter ha sofferto, ma resta imbattuta; l’Atalanta ha invece legittimato la sua voglia di lottare per lo scudetto.

Tuttosport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci Buoni Amazon!

Precedente Serie B: Reggina e Frosinone si bloccano a vicenda: è 0-0 Successivo Atalanta, Gasperini: "Usciamo da San Siro più forti"

Lascia un commento