In servizio dal 1989 e di proprietà di una compagnia bulgara: ecco la storia del nuovo aereo della Lazio

Il velivolo è stato prodotto 31 anni fa ed è stato acquistato dalla Tarayan Jet, compagnia bulgara che cerca di lanciarsi in Italia

Un dono pienamente garantito dal tempo o meglio dalla sua anzianità di servizio. Il Boeing 737/300 che la Lazio si è regalata nella versione ”personalizzata” per le sue trasferte è uscito infatti dagli stabilimenti di Renton nel 1989. Ma adesso, anche a 31 anni dalla sua “nascita”, va sottolineato, fornisce tutte le garanzie in tema di sicurezza visto che i requisiti richiesti per volare sono assolutamente rigorosi. È stato ottenuto dalla società biancoceleste con la formula contrattuale del comodato d’uso dalla compagna bulgara Tarayan Jet. Si tratta di un Boeing entrato all’inizio nella flotta della Lufthansa rimanendo in servizio sino al 2016, quando la compagnia tedesca decise di rinnovare i modelli della propria flotta (la serie “300” dei Boeing erano fuori produzione del 1999).

restyling

—  

Nel 2018 il vettore (LZ-TYTR, secondo la registrazione attuale), ora a disposizione della Lazio, è stato immatricolato dall’Automatic LCC, un’azienda americana che rileva aeromobili d’occasione per piazzarli sul mercato. Così pochi mesi dopo il Boeing in questione è stato ceduto alla Tarayan Jet, una compagnia bulgara. Che ultimamente si è creata anche una base operativa in Italia: con voli dalla Sicilia verso Roma, Bologna e Sofia. Il suo rapporto con la Lazio, attraverso l’utilizzo del velivolo, punta a lanciare la propria immagine sul mercato italiano, al di là delle difficoltà attuali legate al Covid. Nei giorni scorsi, dopo un restyling legato alla sua nuova versione in biancoceleste (aveva concluso la sua fase con la Lufthansa nella livrea legata a Euro 2016), il Boeing 737/300 ha volato dall’Irlanda a Ciampino e poi a Brescia sino a raggiungere la base di Trapani. Molto probabilmente, sarà già utilizzato già per prossime trasferte, a cominciare da quella di sabato a Crotone. Intanto, ha già conquistato le attenzioni di tifosi biancocelesti con l’aquila, simbolo del club, stilizzata sulla coda. Tanti consensi sui social a incorniciare il Boeing 737/300 pronto a far volare la Lazio.

Precedente Jannik Sinner/ La vittoria a Sofia e la profezia di Mouratoglou: il futuro è suo Successivo Lazio, Lucas Leiva in clinica: nuovi controlli per lui

Lascia un commento