Il Braga sfida la Roma: “Sono forti, ma vulnerabili”

BRAGA (Portogallo) – “Contro ogni avversario affrontato abbiamo giocato recuperando sempre con meno giorni a disposizione, ma proveremo a restare nella competizione”: lo ha detto Carlos Carvalhal, tecnico del Braga, nella conferenza stampa alla vigilia del match con i giallorossi. L’allenatore dei portoghesi ha poi aggiunto: “Affronteremo un grande club. È una di quelle squadre che, quando ci sono le pause per le nazionali, fa restare l’allenatore quasi da solo al centro sportivo. Questo dimostra la qualità del team. Ha anche un collettivo forte, oltre ad un ottimo allenatore che conosciamo bene. La Roma ha una dinamica offensiva molto forte, ma ha subito qualcosa a livello difensivo. È terza in campionato e affronteremo una squadra di alto livello”. Carvalhal però non disporrà del gruppo al completo e il tecnico dei lusitani spiega: “I giocatori sono in deficit. Questo ritmo può causare infortuni e non è normale. Camminiamo su un filo spinato e il Braga lo ha fatto benissimo, grazie al gruppo che ho, con giocatori di grande carattere”.

La Roma e i punti deboli

“So come gioca la Roma e conosciamo nel dettaglio i loro punti di forza, che sono tanti. In alcune cose sono vulnerabili, come tutte le squadre”. Ha aggiunto il tecnico dei lusitani. Anche Ricardo Horta, attaccante del Braga, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa: “Sappiamo che sarà difficile, perché la Roma è una grande squadra. Abbiamo però analizzato l’avversario e sappiamo che nella prima fase di costruzione subisce molti gol, perdendo spesso il pallone. Cercheremo di sfruttare questa debolezza. In 30 giorni abbiamo disputato 10 partite, ma siamo tutti preparati e concentrati su quello che è il nostro obiettivo.Siamo una grande squadra, abbiamo grandi ambizioni e affronteremo al meglio la partita con la Roma”.

Torna l'Europa League. Fonseca: "Dzeko titolare? Possibile"

Guarda il video

Torna l’Europa League. Fonseca: “Dzeko titolare? Possibile”

Precedente Cagliari, Nainggolan e Ceppitelli parzialmente in gruppo Successivo Capotondi, la bella faccia del pallone: "Armonia e complicità, le donne sanno fare squadra"

Lascia un commento