Fiorentina, a Vlahovic serve un aiuto. Kokorin corre

FIRENZE – Aggrappati a Dusan Vlahovic aspettando di poter calare anche il jolly Kokorin: così è il calcio, e non solo la vita, se vi pare oppure no. Atteso e messo in discussione, invocato e celebrato in un’altalena di emozioni e giudizi, il centravanti serbo è diventato il punto di riferimento della Fiorentina da quando Cesare Prandelli siede in panchina e passo dopo passo, partita dopo partita, è riuscito ad imporsi con l’arma migliore e più idonea a chi di mestiere fa l’attaccante: i gol. Per questo la Fiorentina si è aggrappata a Vlahovic nel momento più difficile della stagione, che è sì passato ma servono altri risultati per non farlo ritornare.

Barella-Perisic, l'Inter travolge la Fiorentina

Guarda la gallery

Barella-Perisic, l’Inter travolge la Fiorentina

Gol cercasi

E non è un caso neanche questo: Vlahovic nelle ultime cinque partite (Coppa Italia compresa) ha realizzato un gol soltanto e la Fiorentina nei quattro turni di campionato in questione ha ottenuto quattro punti rientrando nella media di cui sopra che tanto tranquilli non fa stare Prandelli, la società e i tifosi viola che speravano e sperano in un cambio di marcia. Fattore insindacabile che ne porta in automatico con sé un altro: serve una mano a Dusan. Concreta. Certo, le qualità e le conoscenze di Ribery, le giocate di Bonaventura, le invenzioni di Castrovilli sono un bell’aiuto, ma la mano vera può e deve arrivare in qualche maniera dagli altri attaccanti. Ecco, quindi, la necessità di accelerare l’inserimento di Kokorin per far sì che l’ex Spartak Mosca non sia il giocatore inevitabilmente spaesato visto in campo nei minuti che Prandelli gli ha concesso contro l’Inter giusto per fargli prendere confidenza con il clima agonistico, ma non di meno esiste la necessità che Kouame diventi una risorsa come non è ancora riuscito ad essere (2 gol all’attivo, 1 in campionato e 1 in Coppa Italia, sempre all’Inter). Altrimenti aggrapparsi solo a Vlahovic è un rischio.

Leggi l’articolo completo nell’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Prandelli: "Grande reazione ma l'Inter è troppo forte"

Guarda il video

Prandelli: “Grande reazione ma l’Inter è troppo forte”

Precedente Diretta/ Inter Roma (Primavera) streaming video e tv: nerazzurri alla rincorsa Successivo Bologna, Tomiyasu jolly da blindare

Lascia un commento