Europei di ciclismo in Trentino (8-12 settembre): Ganna no-limits, occhio a Colbrelli ed Elisa Longo Borghini

Europei di ciclismo in Trentino (8-12 settembre). Cinque giorni di gare, 13 titoli in palio, 39 Paesi in lizza, 1.042 atleti. Tutti i più forti corridori del vecchio Continente sono qui, in Trentino, che vive “l’evento più grande di sempre“ (Maurizio Rossini, ceo di Trentino Marketing).

Aggiornamento ore 15:33.

Ci sono Peter Sagan, il fenomeno Remco Evenepoel, il re del Tour Pogacar (e bronzo nella prova in linea a Tokyo). E poi il nostro Ganna, iridato a cronometro in carica (nonché olimpionico del quartetto); farà la cronometro (giovedi 9), la staffetta mista (mercoledì 8) e la gara in linea (domenica 12). Una curiosità. Il re del Tour corre con la fidanzata nella staffetta mista (tre uomini, tre donne). Tadej e Urska, entrambi campioni nazionali sloveni a cronometro nel 2020, saranno i più  paparazzati nelle cinque giornate trentine.

Europei di ciclismo in Trentino, atteso un pubblico record

È atteso un pubblico record. Tutte le strutture alberghiere sono coinvolte. E preparate. D’altronde la regione registra 30 milioni di pernottamenti in un anno, e di questi ben 20 milioni nel periodo che va dalla primavera all’autunno. Grazie anche la seduzione di 470 di ciclabili e 8.000 km di percorsi  per la Mtb. Gli itinerari sono dedicati, si pedala in sicurezza. E non è poco di questi tempi.

Europei di ciclismo, gli azzurri in gara

E le donne? Già dal primo giorno sono in gara. L’Italia ha buone carte da giocare. Elisa Longo Borghini è la nostra punta di diamante. Una garanzia. La ragazza di Verbania ha centrato due bronzi a Rio e a Tokyo 2020 (sempre in linea), otto volte campionessa nazionale. Ed è pure figlia d’arte. La mamma, Guidina Dal Sasso , è stata una fondista di talento; ha, tra l’altro, vinto cinque volte la Marcialonga di Fiemme e Fasse (la Vasaloppet italiana) e undici titoli nazionali.

Quanto agli uomini, oltre ad un Ganna no-limits, contiamo sulla Nazionale del c.t. Cassani in gara domenica su un tracciato di 179 km. Uomo di punta il bresciano Sonny Colbrelli, fresco vincitore in Benelux (7 tappe, 30 agosto-5 settembre 2021) insieme a Matteo Trentin. I due azzurri potranno contare su Gianni Moscon (gioca in casa) e su Diego Ulissi. Un team che vedremo il 26 settembre ai Mondiali delle Fiandre, tra ripide colline e il solito pavé.

Precedente Sambenedettese in Serie D, il Tar accoglie la domanda Successivo Cassano attacca Immobile: "Non sa giocare"/ "150 gol, ma quando gli dai palla..."

Lascia un commento