Difesa a 3 verso la conferma. Ma Pellegrini rimane in dubbio

Mourinho per la partita di domenica con il Genoa sembra intenzionato a riproporre ancora i 3 centrali. L’impiego del capitano da valutare, El Shaarawy e Shomurodov scalpitano

Ancora la difesa a 3, ma con Kumbulla che non sta ancora benissimo e potrebbe restare fuori, quindi con Cristante spostato tra Ibanez e Mancini. Vina e Calafiori ancora out, con El Shaarawy di nuovo a sinistra e Karsdorp a destra. Pellegrini che proverà fino all’ultimo, perché vuole esserci, ma è a rischio visto che il ginocchio fa ancora male e allora chissà, al centro potrebbe giocare Zaniolo, magari con Shomurodov di nuovo accanto ad Abraham. La Roma giocherà domenica sera a Genova contro il Genoa e i dubbi di formazione di Mourinho sono tanti, soprattutto perché sono tanti i giocatori che non stanno ancora bene.

La conferma

—  

Ecco perché con ogni probabilità si va verso la conferma della difesa a 3. Smalling sta meglio, nelle prossime settimane con il ritorno dell’inglese – con la speranza che sia a pieno regime – la soluzione con i tre centrali potrebbe davvero essere una delle chiavi di volta della stagione (e di quella solidità a cui Mourinho tiene tanto) ma per domenica a Genova va fatta la conta dei presenti. Se Kumbulla starà bene potrebbe giocare di nuovo lui, altrimenti sarà Cristante ad arretrare. Mou del centrocampista azzurro si fida tantissimo, in ogni reparto, e per questo ci sta riflettendo bene, visto che, al contrario, di Darboe, Diawara o Villar, che dovrebbero sostituirlo in mezzo con Veretout, si fida molto meno.

Dubbio Pelle

—  

Per il resto, se Abraham e Shomurodov sembrano sicuri del posto, il dubbio sulla trequarti riguarda Pellegrini. Il capitano, dopo Venezia, ha ancora dolore al ginocchio, ma non vorrebbe mancare. Se non dovesse farcela al suo posto potrebbe giocare Zaniolo – e non Mkhitaryan -, altrimenti Nicolò contenderà il posto a sinistra a El Shaarawy (a meno di recupero lampo di Vina, ad oggi difficile).

Fiducia El Sha

—  

In questo momento, quindi, il Faraone, soprattutto per la copertura che dà, sembra intoccabile. “Non è una vera e propria novità, ho già giocato a tutta fascia in Nazionale nel 3-5-2 – le parole di El Sha al sito della Roma -. So che è uno sforzo fisico maggiore, ma non è un problema per me. Se il mister mi chiede di giocare lì ha la mia piena disponibilità”.

Precedente Dybala al J-Medical per gli accertamenti: si valutano i tempi di recupero Successivo Napoli, Santacroce: "Inter e Lazio sfide decisive per la lotta scudetto"

Lascia un commento