Da Diaw a Ogunseye: chi sarà il prossimo Nzola?

Madre italiana e padre senegalese, Diaw è un friulano di 28 anni arrivato al professionismo da poco. Fino a cinque anni fa giocava nei dilettanti e si divideva tra il campo e il lavoro da magazziniere. Poi, la svolta inaspettata: si rompe il ginocchio e capisce, stranamente, di dover puntare tutto sul calcio. L’Entella lo porta in B, esplode a Cittadella e a Pordenone, quest’anno i numeri sono ancora dalla sua parte (9 gol in 16 presenze). Per Ronaldo ha portato i capelli a mezzaluna, per Djibril Cissé se li è ossigenati. Alto, veloce e forte fisicamente, sa segnare in tutti i modi e tira anche i rigori.

Precedente Agnelli e il calcio del futuro: "Generazione Z, calendari e globalità" Successivo Juve, chi arriva davanti? Pellè e Llorente sono in attesa. Intanto per Reynolds...

Lascia un commento