Consigli fantacalcio, chi schierare alla 22ª giornata: formazioni e indisponibili

SAMPDORIA-TORINO (sabato 15 gennaio, ore 15)

Rispetto alla formazione che ha perso a Napoli, D’Aversa può rilanciare Bereszynski e Candreva, rispettivamente esterno basso e alto della fascia destra nel 4-4-2. Dragusin potrebbe quindi scalare centralmente in difesa accanto a Ferrari con Augello basso a sinistra e Thorsby davanti a lui. Nel cerchio di centrocampo Ekdal e uno tra Askildsen e Rincon. In attacco Gabbiadini e il solito ballottaggio tra Caputo (favorito) e Quagliarella. In porta chance dal 1′ per Falcone. Squalificato Chabot, indisponibili Audero, Yoshida, Damsgaard e Verre.

Juric dovrebbe ritrovare Milinkovic-Savic tra i pali, altrimenti c’è Gemello. Il terzetto difensivo sarà composto da Djidji, Bremer e Rodriguez; sulle corsie esterne in pole Singo e Vojvoda, mentre in mediana ci sono solo due maglie per Pobega, Lukic e Mandragora. Se Praet recupera strappa il posto in mediana a Pjaca che in caso di forfait affiancherà Brekalo per supportare Sanabria.

SALERNITANA-LAZIO (sabato 15 gennaio, ore 18)

Colantuono indirizzato verso un 3-4-1-2 così composto: Delli Carri, Gagliolo, Veseli; Kechrida, Capezzi, Di Tacchio, Ranieri, Gondo, Djuric. Da valutare Obi, Ribery e Simy; squalificato Gyomber; ultimo indisponibile Mamadou Coulibaly.

Sarri deve sostituire l’infortunato Acerbi. Era stato scelto Radu che però ha saltato gli ultimi allenamenti, così potrebbe adattarsi Hysaj accanto a Luiz Felipe con Lazzari e Marusic terzini. A centrocampo più Luis Alberto di Basic (non al meglio) e in attacco ballottaggio tra Felipe Anderson e Zaccagni.

JUVENTUS-UDINESE (sabato 15 gennaio, ore 20.45)

Allegri deve rinunciare agli indisponibili Bonucci, Ramsey e Chiesa. Il 4-3-3 fluido potrebbe essere quindi formato da Cuadrado, Rugani, De Ligt, Pellegrini; McKennie, Arthur, Locatelli; Bernardeschi, Morata, Dybala. Scalpitano Kulusevski e De Sciglio. Quest’ultimo schierato terzino destro permetterebbe a Cuadrado di avanzare.

Cioffi oltre ai tanti positivi al Covid deve fare a meno anche dello squalificato Becao. Nel terzetto difensivo con Perez e Nuytinck spazio quindi al nuovo acquisto Benkovic (o Zeegelaar). Corsie esterne occupate da Soppy e Molina, ma occhio ad Udogie che potrebbe anche affiancare Walace in mezzo al campo, complici le non perfette condizioni di Makengo. Avanti Beto sostenuto da Deulofeu e Pussetto. In porta dubbio Silvestri-Padelli.

SASSUOLO-VERONA (domenica 16 gennaio, ore 12.30)

Ecco il probabile 4-3-3 di Dionisi che perde Berardi per squalifica: Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Maxime Lopez; Defrel, Raspadori, Kyriakopoulos; Scamacca. Scalpitano Ayhan e Harroui.

Tudor potrebbe riproporre la stessa formazione iniziale schierata contro la Salernitana, con la sola eccezione di Barak al posto di Lasagna. Il recupero di alcuni indisponibili per Covid, però, potrebbe cambiare i piani.

VENEZIA-EMPOLI (domenica 16 gennaio, ore 15)

Anche Zanetti potrebbe confermare i titolari già messi in campo contro il Milan senza però lo squalificato Svoboda che lascia il posto di centrale difensivo a Caldara. L’unico dubbio in attacco riguarda il ballottaggio tra Okereke e Johnsen.

Andreazzoli fa i conti con la squalifica di Viti e le condizioni non ottimali di Marchizza, Parisi e Di Francesco. Prende piede l’ipotesi di linea a quattro difensiva composta da Stojanovic, Tonelli, Ismajli e Luperto terzino sinistro. A centrocampo Henderson, Ricci e Zurkowski in pole sugli altri, così come Bajrami è il favorito per supportare la coppia d’attacco CutronePinamonti.

ROMA-CAGLIARI (domenica 16 gennaio, ore 18)

Mourinho verso il 4-2-3-1 per la sfida casalinga di domenica. Privo, tra squalifiche e indisponibilità, di Cristante, Ibanez, Smalling e Karsdorp (oltre alle solite assenze) lo Special One dovrebbe schierare questa formazione: Maitland-Niles, Mancini, Kumbulla, Vina; Oliveira, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham. Da valutare le condizioni di El Shaarawy.

Mazzarri verso un 3-5-2 composto da Altare, Lovato, Carboni; Bellanova, Nandez, Marin, Grassi, Lykogiannis (o Dalbert); Joao Pedro, Pavoletti. Quest’ultimo dovrebbe aver recuperato, altrimenti c’è Pereiro.

ATALANTA INTER (domenica 16 gennaio, ore 20.45)

Gasperini recupera Djimsiti in difesa: il nazionale albanese andrà a completare il terzetto difensivo con Palomino e Demiral; De Roon e Freuler in mediana, Hateboer e Maehle esterni; dietro a Muriel in pole Pasalic e Malinovskyi. Scalpitano Koopmeiners, Ilicic e Pessina. Ancora out Zapata.

Inter con il vestito migliore dopo la vittoria in Supercoppa. Proprio in nome di questo successo, però, Sanchez cerca spazio e insidia Dzeko e Lautaro. Sulle fasce Darmian e Dimarco potrebbero far rifiatare dal 1′ o a gara in corso Dumfries e Perisic.

BOLOGNA-NAPOLI (lunedì 17 gennaio, ore 18.30)

Mihajlovic dovrebbe affidarsi in difesa a Bonifazi, Soumaoro e Theate; a centrocampo De Silvestri, Svanberg, Dominguez (o Viola), Dijks (o Hickey); sulla trequarti Soriano, Sansone (Orsolini non è al meglio); prima punta Arnautovic.

Spalletti ripartirà da Meret perché Ospina si è fermato in Coppa Italia. Le buone notizie riguardano il rientro in gruppo di Osimhen (che andrà almeno in panchina) e i tamponi negativi di Mario Rui, Zielinski, Malcuit e Lozano. Alla luce di queste novità e tenendo conto dei giocatori che hanno disputato 120 minuti contro la Fiorentina, il 4-2-3-1 potrebbe essere il seguente: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Demme (o Lobotka), Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Lozano; Mertens (o Petagna). Scalpita Elmas.

MILAN-SPEZIA (lunedì 17 gennaio, ore  18.30)

Pioli ha perso Tomori (si è operato) e ha ritrovato Calabria (negativizzato), ma come terzino destro dovrebbe agire ancora Florenzi. Sulla stessa linea pronti Kalulu, Gabbia e Theo Hernandez. In mediana Krunic e Bakayoko (Tonali è squalificato), sulla trequarti Saelemaekers, Diaz e Leao si guardano dalla concorrenza di Messias e Rebic. Da prima punta Ibrahimovic favorito su Giroud.

Thiago Motta potrebbe rilanciare dal 1′ Nzola in attacco con Manaj, ma il ballottaggio con Verde e Agudelo resta vivo. Più certezze a centrocampo dove tra Gyasi e Reca agiranno Maggiore, Sala (o Kovalenko) e Bastoni; in difesa Amin, Erlic e Nikolau.

FIORENTINA-GENOA (lunedì 17 gennaio, ore 20.45)

Dopo il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Napoli, Italiano pensa al 4-3-3 da schierare in campionato contro il Genoa: Odriozola, Milenkovic, Igor e Biraghi comporranno la linea difensiva; Bonaventura, Torreira e Duncan (o Castrovilli) a centrocampo; Ikoné e Gonzalez sono i favoriti per supportare Vlahovic. Tra i pali Dragowski non ha convinto in Coppa, spazio a Teracciano.

Recupera qualche pedina Shevchenko, ma perde Vasquez per squalifica. Il probabile 3-5-2 prevede Ostigard, Bani e il ristabilito Criscito; Hefti, Sturaro, Badelj, Rovella e il nuovo arrivato Calafiori (Cambiaso non è al meglio); Destro e Caicedo (o Pandev).

Pronto a schierare la tua fantaformazione su MisterCalcioCup?

Precedente Cosenza, nome caldo per il centrocampo: Christian D'Urso del Cittadella Successivo Reclamo Watford contro Gueye accolto: la Fifa sospende il senegalese

Lascia un commento