Bosnia-Italia Under 21 1-2: Tonali ispira i gol di Okoli e Vignato

ZENICA (Bosnia) – Terza vittoria su tre gare per l’Italia Under 21 nelle qualificazioni agli Europei 2023 in Georgia e Romania. Gli azzurrini di Paolo Nicolato superano 2-1 la Bosnia Erzegovina, fuori casa, trascinati dai gol nel primo tempo di Okoli e Vignato. Nella ripresa i ragazzi di Slobodan Starcevic riaprono la gara, ma Turati è prodigioso nel finale, salvando il successo degli azzurrini, a punteggio pieno nel gruppo F dopo le vittorie su Lussemburgo e Montenegro. In classifica la Svezia precede la nostra nazionale di un punto, ma ha disputato una partita in più dell’Italia.

Bosnia Erzegovina U21-Italia U21, tabellino e statistiche

Okoli e Vignato in gol nel primo tempo

Nicolato sceglie Turati della Reggina come portiere, preferito a Russo e al debuttante Pizzignacco in assenza degli infortunati Carnesecchi e Plizzari. Sulla sinistra difensiva Calafiori vince il ballottaggio con Udogie mentre a centrocampo, insieme a Samuele Ricci e capitan Tonali, c’è Salvatore Esposito e non Rovella. Esordio da titolare in Under 21 per Lorenzo Lucca, capocannoniere della Serie B con il Pisa e alla seconda apparizione con gli azzurrini. I nostri dominano il gioco mentre la Bosnia risponde con qualche ripartenza. Al 19’ il risultato si sblocca su calcio d’angolo di Tonali: Okoli, difensore centrale della Cremonese, finalizza in rete con un colpo di testa potente. L’Italia raddoppia otto minuti più tardi con un’azione quasi identica a quella dell’1-0, ma dal lato opposto: corner di Tonali e tocco di destro in scivolata di Vignato, totalmente libero. I padroni di casa sfiorano il gol che riaprirebbe la gara pochi istanti dopo il bis azzurro: Turati scivola su retropassaggio di Okoli, Misic lo salta, ma Lovato salva sulla linea bianca, con la porta spalancata. Si va al riposo con gli azzurrini in vantaggio per 2-0.

Barisic illude la Bosnia

Al rientro dalla pausa Nicolato inserisce Rovella al posto di Esposito. Al 52′ Tonali, ancora lui, libera Bellanova il cui tiro è deviato sul fondo dal portiere bosniaco Cetkovic. Al 66′ l’arbitro danese Kjaesgaard estrae tre cartellini gialli per un accenno di rissa nato da una manata di Dedic sul volto di Vignato, anche lui ammonito per reazione. Lucca, cui manca il gol ma non la buona prestazione grazie alla sua fisicità, lascia il posto a Piccoli che, appena entrato, costringe Cetkovic alla parata di piede. Il duello si ripete poco più tardi, con il portiere di casa prodigioso nell’evitare il 3-0 azzurro. All’80’ la Bosnia torna in corsa grazie a Barisic, che batte un Turati non impeccabile. Il portiere azzurro si riscatta al quarto minuto di recupero, deviando in volo una botta a mezza altezza di Dedic. Gli azzurrini vincono 2-1, non senza qualche patema d’animo. Martedì prossimo l’Italia Under 21 torna in campo per le qualificazioni europee contro la Svezia, in un match decisivo in programma a Monza: gli scandinavi precedono gli azzurri di un punto in classifica, ma avendo disputato una partita in più.

Precedente Serie C, diffuso il programma delle gare dalla 12^ giornata di andata alla 1^ di ritorno Successivo Le avventure di Cusin, mister giramondo: "Io, lo sciamano, i 53 gradi in Iran e quando in Palestina…"

Lascia un commento