Bordeaux-Marsiglia 0-1: senza Milik ci pensa Under a rompere il tabù

BORDEAUX (FRANCIA) – L’occasione era ghiotta e il Marsiglia non se l’è fatta sfuggire, riuscendo a rompere un tabù che durava ormai dal 1977. Era infatti da allora infatti che non riusciva a espugnare il campo del Bordeaux, mentre stavolta ce l’ha fatta grazie a una rete di Under che consente all’Olympique di consolidare il secondo posto che vale l’accesso alla fase a gironi della Champions League (ora a -10 dal Psg capolista ma a +3 sul Nizza e a +5 su Rennes e Montpellier). Dopo aver chiesto invano il rinvio del match per i numerosi casi di Covid nel proprio gruppo squadra, ai girondini dell’ex tecnico laziale Vladimir Petkovic non è bastato il calore dei 2mila tifosi che prima del match (a porte chiuse) si sono radunati fuori dallo stadio per incitare i propri beniamini (ma anche per lanciare cori e slogan contro Lega, Federazione e avversari). Alla fine l’ha spuntata la squadra di Jorge Sampaoli, a sua volta orfano dell’ex napoletano Milik e dell’ex romanista Gerson.

Bordeaux-Marsiglia 0-1: statistiche e tabellino

Milik out, Under vince il ‘derby’ con Petkovic

Nel 4-2-3-1 scelto dall’allenatore cileno ci sono comunque due ex giallorossi come il portiere Pau Lopez (scattato proprio oggi l’obbligo di riscatto) e Under, titolari come Lirola. Ed è proprio quest’ultimo, vecchia conoscenza della Juventus e poi di Sassuolo e Fiorentina, a innescare in avvio il ‘falso nueve’ Harit che spara però alto (6′), mentre al 12′ è il palo a fermare il difensore Caleta-Car sugli sviluppi di un corner. Gli ospiti insistono ma anche la mira di Payet è imprecisa (16′) e a infilare un Bordeaux chiuso nella propria metà campo ci pensa allora Under, che al 37′ approfitta di un rilancio sbagliato da parte del portiere Costil e porta in vantaggio i suoi. La reazione dei padroni di casa è affidata al sinistro del sudcoreano Hwang che però difetta di lucidità e calcia alto da buona posizione. Il copione non cambia nella ripresa, con Costil che si riscatta negando il raddoppio a Caleta-Car (52′), a Guendouzi (55′) e poi all’ispirato Under (62′) mentre sull’altro fronte Pembélé ‘sbatte’ su Caleta-Car (65′). Ancora Costil fa poi buona guardia su Payet (73′) e Under (79′), riuscendo così a limitare il passivo ma non a evitare al Bordeaux la seconda sconfitta di fila: alla fine è il Marsiglia a festeggiare un successo che mancava da 44 anni.

Precedente Può starci il Goal in Granada-Barcellona Successivo Eriksen, il C.t. danese non ha dubbi: "Il suo rientro ci darebbe una spinta"

Lascia un commento