Bologna, Soumaoro ritrovato: è il difensore che mancava

BOLOGNA – Dalla non convocazione alla maglia da titolare. Dalla falsa positività al Covid ad una prestazione che ha contribuito non poco ad una vittoria netta e prestigiosa per il Bologna. Adama Soumaoro ha vissuto una domenica da ricordare contro la Lazio. La difesa a tre disegnata da Mihajlovic ne ha esaltato le qualità e lui, chiamato proprio all’ultimo a scendere in campo, ha dimostrato di poter essere un giocatore importante nello scacchiere del tecnico serbo. E dire che in campionato in difensore francese ancora non aveva giocato nemmeno un minuto. Un confronto vivace con l’allenatore dopo la debacle in Coppa Italia con la Ternana? Pare, ma non è certo. Quello che conta è che quando è stato chiamato in causa Soumaoro ha dimostrato un’intesa eccellente con Medel e Theate, e che i tre non hanno lasciato spazio all’attacco biancoceleste, portando a casa la terza gara con la rete inviolata nella stagione del Bologna. Se tornerà il perno della difesa rossoblù come lo era stato nella passata stagione si vedrà. Di certo Mihajlovic ha bisogno di giocatori come lui per uscire da una situazione di classifica non in linea con le aspettative della piazza e della dirigenza. Alla prima chiamata Soumaoro ha risposto presente.

Lazio ko a Bologna: Mihajlovic fa festa contro Sarri

Guarda la gallery

Lazio ko a Bologna: Mihajlovic fa festa contro Sarri

Precedente Argentina, Scaloni preoccupato: "Dybala? Così è difficile" Successivo Fiorentina, secondi tempi da incubo: serve una svolta

Lascia un commento