Barcellona, Dembelé è un caso

I centotrenta milioni spesi dal Barcellona per Ousmane Dembelé rischiano di diventare cenere. L’attaccante francese figura nella lista degli “indesiderati” di Ronald Koeman, che non lo considera adatto ai suoi schemi e alla sua filosofia di gioco. Distanze totali, anche se il mercato e le scelte di Dembelé hanno imposto poi all’olandese una spinosa convivenza. Ousmane, in estate, ha rifiutato la cessione al Manchester United: inutile il pressing di Solskjaer. E’ rimasto a Barcellona e ha sfruttato il turnover per rispondere con i fatti a Koeman: in Champions ha segnato due gol, uno al Ferencvaros e uno alla Juve.

Dembelé è stato l’acquisto più costoso firmato da Bartomeu durante la sua gestione: l’ex presidente aveva speso 130 milioni, nel 2017, per prenderlo dal Borussia Dortmund. Soldi che ora rischiano di polverizzarsi. Già, perché Dembelé ha già chiarito che anche a gennaio non lascerà il Barcellona. E il suo contratto, in scadenza nel 2022, è diventato un pensiero ingombrante per il club blaugrana. Finora, infatti, la punta ha fatto sapere di non avere intenzione di prolungarlo. Il rischio concreto è che il giocatore stia creando le basi per andare via gratis in futuro. E il Paris Saint Germain è in prima fila.

<!–

Gioca gratis con Mister Calcio Cup – 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!

–>

Precedente "Il Manchester United tenta Cristiano Ronaldo" Successivo Cagliari conquistato: ora Zappa punta l'azzurro

Lascia un commento